Formula E: di Grassi vince in Malesia

Di Grassi ha vinto con largo margine, ma il podio si è deciso nelle ultime centinaia di metri.

Lucas Di Grassi vince l’ePrix di Putrajaya (Malesia) e balza al comando della graduatoria iridata, approfittando delle difficoltà accusate da Sébastien Buemi: lo svizzero è stato frenato da alcuni guai meccanici ed ha terminato la gara in 12° posizione, non approfittando così del miglior tempo stabilito in qualifica. Il podio è completato da Sam Bird e Robin Frijns. La gara ha riservato non poche sorprese ed un finale al cardiopalma.

Le vittime del dramma sportivo sono Loïc Duval e Jérôme D'Ambrosio, entrambi beffati all’ultimo giro quando occupavano posizioni da podio: il francese è stato scavalcato negli ultimi metri dopo aver danneggiato una sospensione, mentre il belga si è ritirato dopo un’uscita di strada. Ne approfittano così Bird e Frijns. Quest’ultimo è giunto addirittura al traguardo con il volante rotto… I colpi di scena iniziano al giro 16, quando Buemi rallenta vistosamente e scivola in fondo al gruppone. Da Costa si ritira al 26° giro (quand’era secondo), Duval impatto contro il muro al 31° giro e Prost lo imita nella stessa tornata.

L’ordine d’arrivo pare definito. Prima che succeda l’imponderabile: D’Ambrosio commette un errore e sbatte contro le barriere, qualche secondo prima che Duval ceda la terza posizione in seguito alle conseguenze riportate dopo l’impatto contro le barriere. Il team Dragon Racing si trova costretto a rinunciare ad un doppio piazzamento a podio che sembrava ormai ottenuto. La prossima gara si correrà a Punta del Este, in Uruguay, sabato 19 novembre.

L’ordine d’arrivo


1. Lucas di Grassi
2. Sam Bird – + 13.884 secondi
3. Robin Frijin – + 29.776 secondi
4. Stéphane Sarrazin – +32.628 secondi
5. Bruno Senna – +34.404 secondi
6. Antonio Da Costa – + 36.925 secondi
7. Daniel Abt – +37.283 secondi
8. Nelson Piquet Jr – +40.623 secondi
9. Nick Heidfeld – +52.904 secondi
10. Nicolas Prost – +53.695 secondi

La classifica


1. Lucas di Grassi – 43 punti
2. Sébastien Buemi – 35 punti
3. Sam Bird – 24 punti
4. Nick Heidfeld – 17 punti
5. Robin Frijns – 16 punti

  • shares
  • Mail