6 Ore di Imola: doppietta Peugeot davanti alle due Audi

peugeot

Peugeot ha centrato una magnifica doppietta nella 6 Ore di Imola, valida per i campionati Intercontinental Le Mans Cup e Le Mans Series. La casa del "leone rampante" si è imposta in modo autorevole sul circuito del Santerno, dove le 908 hanno offerto una prova di forza, testimoniata dal ritardo di un giro delle Audi R18

Il team diretto da Olivier Quesnel è stato capace di sorprendere tutti, dato che le previsioni della vigilia lasciavano immaginare una lotta molto ravvicinata tra i due marchi rivali. L'onore della gloria è andato al bolide francese condotto da Anthony Davidson e Sébastien Bourdais, primi al traguardo dopo essere scattati dalla pole.

Dietro di loro hanno chiuso i compagni di squadra Stéphane Sarrazin e Franck Montagny, che hanno messo la loro 908 davanti alla R18 di Timo Bernhard e Marcel Fassler. Poi l'altro prototipo dei "quattro anelli" condotto da Allan McNish e Tom Kristensen, quarti alla bandiera a scacchi della sfida all'autodromo "Enzo e Dino Ferrari".

Vittoria in LMP2 per la Zytek-Nissan di Ojjeh, Lombard e Kimber Smith, mentre fra le GTE Pro i due gradini più alti del podio sono andati alle Ferrari 458 "AF Corse" di Toni Vilander-Jaime Melo e Gianmaria Bruni-Giancarlo Fisichella. In GTE Am il miglior risultato è stato conseguito dalla Porsche 911 di Amindo e Narac, davanti alla vettura gemella di Long e Roda.

6 Ore di Imola, classifica finale:

01 - Bourdais-Davidson (Peugeot 908) - Peugeot - 220 giri
02 - Montagny-Sarrazin(Peugeot 908) - Peugeot - a 1'08"688
03 - Bernhard-Fassler (Audi R18) - Audi - 1 giro
04 - Kristensen-McNish (Audi R18) - Audi - 1 giro
05 - Belicchi-Boullion (Lola-Toyota) - Rebellion - 7 giri.
06 - Jani-Prost (Lola-Toyota) - Rebellion - 8 giri
07 - Collard-Tinseau-Jousse (Pescarolo-Judd) - Pescarolo - 13 giri
08 - Ojjeh-Kimber Smith-Lombard (Zytek-Nissan) - Greaves - 16 giri
09 - Ayari-Mailleux-Ordonez (Oreca-Nissan) - Signatech - 17 giri.
10 - Tucker-Bouchut-Barbosa (Lola-Honda) - Level 5 - 19 giri
11 - Perez Companc-Russo-Kaffer (Lola-Judd BMW) - Pecom - 19 giri
12 - Nicolet-Prémat (Pescarolo-Judd) - OAK - 20 giri
13 - Melo-Vilander (Ferrari F458) - AF Corse - 22 giri
14 - Leventis-Watts-Kane (HPD ARX-01D) - Strakka - 23 giri
15 - Fisichella-Bruni (Ferrari F458) - AF Corse - 23 giri.
16 - Farfus-Muller (BMW M3 GT) - BMW - 23 giri
17 - Lieb-Lietz (Porsche 997) - Felbermayr - 24 giri
18 - Pilet-Henzler (Porsche 997) - IMSA - 24 giri
19 - Ducote-Marcelli-Marroc (FLM) – JMB - 25 giri
20 - Schultis-Simon-Schell (FLM) – Pegasus - 25 giri
21 - Beche-Thiriet-Firth (Oreca-Nissan) - TDS - 26 giri.
22 - Armindo-Narac (Porsche 997) - IMSA - 26 giri
23 - Moro-Shangi-Graves (FLM) – Hope - 26 giri
24 - Long-Roda (Porsche 997) - Proton - 26 giri
25 - Rosier-Basso (Norma-Judd BMW) - Ex. Limite - 27 giri
26 - Bornhauser-Canal-Gardel (Corvette C6R) – Larbre Competition - 27 giri
27 - Petersen-Julian-Zugel (FLM) – Genoa - 28 giri.
28 - Cioci-Perazzini-Lémeret (Ferrari F430) - AF Corse - 28 giri
29 - Goossens-Holzer (Porsche 997) - Prospeed - 29 giri
30 - Barlesi-Da Rocha-Lafargue (Pescarolo - Judd BMW) - OAK - 29 giri
31 - Hancock-Dolan (Aston Martin Vantage) - Jota - 29 giri
32 - De Crem-Kraihamer (Oreca-Nissan) - Boutsen Energy - 29 giri
33 - Moreau-Ragues (Pescarolo-Judd) - OAK - 32 giri
34 - Ehret-Lynn-Wills (Ferrari F430) - CRS - 33 giri
35 - Newton-Erdos-Collins (HPD ARX-01D) - RML - 34 giri
36 - Hummel-Christodoulou-Quaife (Ferrari F430) - CRS - 35 giri
37 - Werner-Lamy (BMW M3 GT) - BMW - 38 giri.
38 - Krohn-Jonsson-Rugolo (Ferrari F430) - Krohn - 50 giri

Via | Italiaracing.net

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: