Gp Abu Dhabi F1 2015: il resoconto della gara in casa Ferrari

Sul circuito di Yas Marina si sono spenti i riflettori sulla stagione agonistica 2015, che ha visto prevalere la Mercedes, davanti alla Ferrari.

ABU DHABI, UNITED ARAB EMIRATES - NOVEMBER 29:  (EDITORS NOTE: A star filter was used for this image.)  Sebastian Vettel of Germany and Ferrari drives ahead of Fernando Alonso of Spain and McLaren Honda drives during the Abu Dhabi Formula One Grand Prix at Yas Marina Circuit on November 29, 2015 in Abu Dhabi, United Arab Emirates.  (Photo by Clive Mason/Getty Images)

Gp Abu Dhabi F1 2015 – Il campionato del mondo è giunto al suo epilogo, confermando nell'ultimo appuntamento stagionale la scala dei valori al vertice. Doppietta Mercedes sulla pista di Yas Marina, con due Ferrari a seguire. Una geografia che riflette quella dei marchi in testa alla classifica costruttori.

Si alternano in modo inverso, invece, nell'ambito di ciascuno dei team prima citati, i nomi dei piloti, finiti nella gara odierna in modo diverso rispetto alla loro collocazione mondiale, con i due della “stella” davanti ai due del “cavallino rampante”, ma a ranghi invertiti, come in uno specchio. Nico Rosberg è finito ad Abu Dhabi davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton, vincitore del titolo conduttori; Kimi Raikkonen è giunto invece davanti a Sebastian Vettel, che precede il compagno di squadra finlandese nella classifica iridata.

Per la Ferrari quella odierna è stata una prova positiva, anche se da un marchio come quello di Maranello si vorrebbe sempre la vittoria. Raikkonen si è reso protagonista di una buona corsa, che lo ha visto chiudere in terza piazza. Molto intensa la rimonta di Vettel, passato dal quindicesimo posto in griglia al quarto finale, con una gara tutta d'attacco, miscelata ad una strategia diversa rispetto a quella degli avversari che lo hanno preceduto al traguardo.

Ecco le parole dell'asso tedesco, che sul sito ufficiale della casa di Maranello traccia il bilancio del primo anno da ferrarista: "Naturalmente avrei voluto salire ancora sul podio, ma penso che il risultato di oggi sia stato il migliore possibile per noi, come squadra. All’inizio ho perso un bel po’ di tempo e poi la mia è stata tutta una gara a inseguimento. Mi sono divertito molto! Penso che si possa essere contenti per la stagione. Certo, l’ultimo passo per andare a prendere le Mercedes sarà anche il più difficile, ma se pensate a dove eravamo soltanto un anno fa, questa è stata una stagione miracolosa. Non mi viene in mente nessun altro team che abbia fatto tanti progressi in dodici mesi. Vedo tanti sorrisi nel box e per l’anno prossimo ne voglio vedere ancora di più".

Queste le dichiarazioni di Raikkonen a fine gara: "E' stato un bel fine settimana, la macchina si è comportata bene e non abbiamo avuto problemi. In gara ero abbastanza veloce ed è andato tutto liscio. Abbiamo avuto solo un po’ di problemi nei pit-stop che ci hanno fatto perdere tempo, impedendoci di sfidare le Mercedes. Penso che oggi avremmo potuto essere più vicini, ma il terzo posto qui è un buon risultato, anche se noi vogliamo sempre vincere e lottiamo per questo. Se si pensa a dove eravamo l’anno scorso, è stato fatto un grande sforzo da parte di tutti i ragazzi della squadra. Il prossimo anno avremo una nuova sfida e una nuova macchina: penso che dobbiamo continuare a lavorare come abbiamo fatto in questa stagione, migliorando costantemente e operando come una squadra, sulla base dei progressi fatti in questa stagione".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail