Spy story F1: Mercedes "Nessun dato trafugato alla Ferrari"

Le indagini interne della scuderia tedesca hanno escluso qualsiasi comportamento inappropriato da parte di Maranello

Mercedes

Spy story F1 – La possibile nuova spy story in Formula 1 si è già conclusa. Dopo le accuse fatte da Mercedes sui dati trafugati da Benjamin Hoyle, respinte subito al mittente da parte della Ferrari, è il team tedesco a chiarire definitivamente tutto, con una nota ufficiale: “L’inchiesta interna non ha portato ad alcun motivo di credere che le informazioni siano state trasferite alla Ferrari”.

Inoltre, questa indagine, ha portato la Mercedes ad escludere “un comportamento inappropriato” da parte del Cavallino, che ne esce completamente pulito da questa vicenda. Tuttavia, il team campione del mondo proseguirà nelle sue ricerche, “fino a quando non sarà certa che tutti i dati riservati saranno stati recuperati. Questo dovrebbe accadere entro due e quattro mesi”.

La vicenda era esplosa una settimana fa, quando la Mercedes aveva citato in giudizio il proprio ex ingegnere Benjamin Hoyle, accusandolo di aver sottratto illecitamente documenti e dati riservati. Secondo il team tedesco, l’ingegnere si sarebbe trasferito a Maranello per il 2016 “potenzialmente acquisendo un vantaggio illecito”. Immediata la risposta della rossa, ora il chiarimento finale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail