Webber: "Strani tempi del cambio regole in F1"

webber

Non vorrebbe soffermarsi troppo sull'argomento, ma Mark Webber si concede qualche riflessione sulla norma che vieta l'uso dei diffusori soffiati a partire dal weekend agonistico di Silverstone. L'alfiere della Red Bull mette in discussione i tempi della regola che bandisce lo sfruttamento di un concetto superbamente interpretato dalle "lattine volanti".

Questo gli produce un certo fastidio, anche se cerca di nasconderlo con un'analisi ad ampio raggio dove mette in evidenza un quadro in cui tutti ci rimetteranno qualcosa. Secondo il pilota australiano sarà interessante vedere chi in Gran Bretagna saprà compensare meglio la perdita. Con grande diplomazia manca nella sua lettura ogni riferimento al fatto che la più penalizzata potrebbe essere proprio la squadra di cui difende i colori.

"Coloro che seguono da vicino F1 -dice Webber- sanno del reset di questo fine settimana, con la messa al bando di un sistema ampiamente usato nel Circus, che migliora la deportanza e la stabilità in curva. Sarà interessante vedere se questo avrà un impatto sulla gerarchia, ma devo dire che i tempi del cambiamento sono bizzarri, per non dire altro".

"Dall'esterno -aggiunge- i tifosi non noteranno alcuna differenza, anche se l'auto potrebbe suonare in modo molto diverso in frenata e ingresso curva. Qui i piloti sentiranno la monoposto meno stabile e forse bisognosa di maggiori correzioni. Si potrebbe ridurre significativamente il carico aerodinamico posteriore, con effetti anche sull'usura degli pneumatici". Ma non sono questi, in apparenza, gli aspetti che gli stanno più a cuore. A lui interessa vincere in Gran Bretagna, anche senza diffusori soffiati.

Via | Planet-f1.com

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: