Fia, test sul cockpit chiuso in F1

La Fia ha completato i suoi test sulle cabine di pilotaggio chiuse per le monoposto di F1, iniziati dopo che diversi incidenti hanno "sparato" dei detriti nell'abitacolo dei bolidi da Gran Premio, producendo delle situazioni molto pericolose in pista. Il massimo organo di governo dello sport automobilistico si è preoccupato del problema, spingendo l'istituto per la sicurezza del motorsport a condurre un'indagine tecnica sui cockpits protetti.

Le verifiche sono state completate questo mese, con alcune simulazioni pratiche. Una ruota è stata lanciata a 225 miglia prima contro un parabrezza in policarbonato, poi contro il canopy di un caccia militare. Il video mostra i risultati della sperimentazione, evidenti a vista d'occhio. Come potete vedere, la leggera "finestratura" dei jet da combattimento è la più protettiva. Se il Circus dovesse scegliere questa strada, assicurerebbe maggiore protezione e migliore scorrevolezza aerodinamica alle vetture.

I risultati delle prove saranno presentati al gruppo di lavoro tecnico costituito dagli uomini di tutte le squadre presenti in griglia di partenza, che ne prenderanno visione senza alcun impegno. James Key, direttore tecnico della Sauber, accoglie favorevolmente la spinta per aumentare la sicurezza dei drivers, ma mette in dubbio la necessità di una copertura completa, che potrebbero ostacolare la rapida evacuazione dell'abitacolo: "La federazione sta facendo un buon lavoro per incoraggiare ulteriori misure di sicurezza, ma bisogna considerare tutti gli aspetti".

Per lui la soluzione migliore potrebbe essere uno schermo protettivo di dimensioni ridotte, con la parte superiore libera. Una sorta di scudo semi-chiuso, in grado di conciliare le diverse esigenze. Anche qui, però, si tratta solo di ipotesi. Più probabile che tutto resti così com'è.

Via | Thef1times.com

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: