F1 test Pirelli Paul Ricard 2016: Vettel chiude davanti a tutti

Ben 374 giri completati dai tre piloti in pista, il ferrarista ha preceduto Kvyat e Vandoorne

Vettel al Paul Ricard

F1 test Pirelli 2016 - Si è chiusa a due giorni sul circuito francese del Paul Ricard, per testare gli pneumatici invernali per la stagione 2016: il giro più veloce è stato percorso da Sebastian Vettel, con gomme intermedie, fermando il cronometro sul tempo di 1’06”750. Il ferrarista è stato anche il pilota rimasto più in pista, 134 giri, in questa giornata conclusiva, senza intoppi per la Ferrari.

Il tedesco ha preceduto la Red Bull di Daniil Kvyat (1’06”833) e la McLaren di Stoffel Vandoorne (1’07”758), ma è una classifica davvero ben poco significativa. Sia perché c’erano solamente questi tre team in pista, soprattutto perché i test si sono svolti con le monoposto 2015 e solamente seguendo le indicazioni ed il programma imposto dalla Pirelli, senza così poter provare soluzioni particolari.

Il totale odierno dei giri percorsi è di 374, ben di più rispetto ai 285 conclusi nella giornata di ieri, nonostante un problema tecnico alla Red Bull nel run finale. Il programma è stato completato ed ora la Pirelli potrà effettuare tutte le valutazioni, studiando i dati nei prossimi giorni. Per piloti e monoposto, invece, l’appuntamento è per il 22 febbraio a Barcellona, per la prima sessione di test invernali.

F1 test Pirelli, giorno 1: Ricciardo è il più veloce

Daniel Ricciardo

F1 test Pirelli 2016 – Dopo due mesi, i motori della Formula 1 tornano a rombare in pista: lo fanno sul circuito francese del Paul Ricard, per i test Pirelli sulle gomme da bagnato. Solo tre scuderie sono in pista per queste prove, cioè Red Bull, Ferrari e McLaren, in cui è il costruttore di pneumatici italiano a dettare tutte le direttive ed il programma di ogni team.

La prima giornata ha visto Daniel Ricciardo stabilire il miglior tempo (1’08”713), davanti a Stoffel Vandoorme (1’09”131) ed a Kimi Raikkonen (1’09”637). Una classifica senza alcun valore, tuttavia, perché queste prove si stanno svolgendo con le monoposto della passata stagione e, appunto, senza cercare i tempi, ma per testare le gomme da bagnato per il Mondiale 2016.

Nel complesso sono stati percorsi 285 giri, quasi equamente divisi tra i tre piloti, anche se la McLaren ha avuto un piccolo problema ed ha interrotto i test mezz’ora prima della conclusione. La seconda ed ultima giornata vedrà ancora in pista Vandoorne, mentre Red Bull e Ferrari cambieranno: per le ‘lattine volanti’ c’è Daniil Kvyat e per la rossa Sebastian Vettel.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail