Ferrari SF16-H: ecco la nuova "rossa" di Formula 1 per il 2016

Debutta l'opera più recente di Maranello, cui sono affidati i sogni "rampanti" degli appassionati, che si aspettano una stagione vincente. Anche i vertici della squadra vogliono un passo al ritmo del trionfo.

Oggi è una giornata importante per i tifosi Ferrari, perché a Maranello ha fatto il suo debutto in società la nuova monoposto di Formula 1, battezzata SF16-H, sigla che richiama la propulsione ibrida (Hybrid) giunta ormai al terzo atto. A questa creatura è assegnato un compito preciso e senza deroghe: riportare il titolo mondiale a Maranello. L'impresa non sarà facile, perché la Mercedes ha dominato le ultime due stagioni agonistiche, ma gli uomini del "cavallino rampante" hanno tutto il necessario per conseguire l'obiettivo.

Sergio Marchionne vuole il successo già nel Gran Premio d'Australia, tappa di apertura del campionato 2016, che andrà in scena sulla pista di Melbourne. Le aspettative sono alte, inutile nasconderlo, perché i tempi sono maturi. Ormai le scuse fanno difetto. I vertici della casa emiliana vogliono la gloria. Chi lavora nella squadra corse lo sa benissimo. Alcune immagini dei rivali pubblicate in luoghi chiave dell'impianto tecnologico dove prendono forma le "rosse" sono servite a ricordare ogni giorno, a ciascun membro della scuderia, il dovere di recitare al meglio il proprio ruolo, per concorrere umilmente all'obiettivo. Il know-how e le risorse umane, tecnologiche e finanziarie ci sono tutte!

Guardando l'ultima nata, si coglie una fisionomia completamente diversa rispetto a quella dello scorso anno, non solo per l'ampia presenza del bianco, che ricorda idealmente il periodo glorioso di Niki Lauda, in particolare la vittoria del titolo 1975. Cambiano infatti, in modo sostanziale, motore, meccanica, aerodinamica.

Ecco le parole di Sebastian Vettel: "Questa è un'auto bellissima, con cui spero di prendermi ottime soddisfazioni. Rispetto allo scorso anno siamo cresciuti in moltissimi settori. Ci stiamo preparando a una stagione che dovrà essere grandiosa".

Non diverso il punto di vista di Kimi Raikkonen: "L'aspetto è fantastico. Con questa vettura voglio brillare nel corso dell'anno, con un lavoro continuo, focalizzato sulla crescita costante".

Dando un’occhiata alla macchina si nota la presenza di un muso più corto, ma cambiano anche le sospensioni anteriori, con una diversa articolazione dei bracci e una migliore cinematica. Modifiche evidenti anche alle fiancate e al retrotreno, che sembra più efficiente, grazie a una rinnovata architettura, che ha modificato favorevolmente gli ingombri. Notevoli i miglioramenti sul fronte propulsivo, dove c’era molto da recuperare sulla Mercedes. Il quadro sembra buono, ma le valutazioni, nel Circus, non possono basarsi sulle forme e sui dati di laboratorio. Sarà la pista a misurare il reale valore di questa monoposto, rispetto a quelle dei rivali, che non staranno certo a guardare.

scheda-tecinica.jpg

  • shares
  • Mail