Gp Malesia F1 2016: le scelte Pirelli per Sepang

Proseguono gli appuntamenti della stagione agonistica 2016, che si avvia alla fase conclusiva. Prossima tappa a Sepang.

pirelli-terzina-_01.jpg

Gp Malesia F1 2016 - Nel weekend del 2 ottobre andrà in scena una nuova tappa del campionato del mondo di Formula 1. Motori del Circus pronti a rombare per la sfida di Sepang, dove si disegnerà una nuova casella del cartellone agonistico. Molto diverso da quello malese lo scenario di riferimento: si può dire che l’unica cosa equiparabile sia l’alto tasso d’umidità, che qui raggiunge l’80%, in virtù delle piogge tropicali quasi quotidiane in quell’area del mondo.

Pirelli porterà in pista, per la prima volta da Silverstone, le tre mescole più dure della gamma: P Zero Orange hard, P Zero White medium e P Zero Yellow soft. Due dei motivi di questa scelta sono le curve veloci e lunghe offerte dalla trama planimetrica e le temperature elevate che caratterizzano l’area.

Domenica prossima (e non succedeva dalla sfida del Canada) la mescola più dura dovrà essere usata in gara (con due set di hard obbligatori). Qualche implicazione positiva in termini di riduzione del consumo di gomme dovrebbe derivare dalla scelta di riasfaltare completamente il circuito, dopo una chiusura di tre mesi a inizio anno, per cui l’asfaltp sarà meno abrasiva di prima.

La pista dal punto di vista degli pneumatici

• Le temperature della pista sono quasi sempre altissime.
• In passato, consumo e degrado sono stati elevati, probabile quindi una gara su più soste.
• Le piogge intense sono sempre state una delle caratteristiche del Gran Premio della Malesia, causa spesso di bandiere rosse. La gomma depositata viene lavata via, influenzando l’evoluzione della pista nel corso del weekend.
• Il degrado termico è un fattore importante, sempre dovuto alle elevate temperature ambientali e della pista.
• Sepang è un circuito vario, dove non mancano curvoni veloci con alti carichi di energia laterale.
• La nuova superficie dovrebbe far sì che la pista sia molto meno irregolare.
• Il pneumatico anteriore sinistro è il più sollecitato, e tende a essere il fattore limitante nella lunghezza degli stint.

  • shares
  • Mail