GP Usa F1 2016: il resoconto Ferrari di Vettel e Raikkonen

La sfida texana non ha regalato molti punti alla Ferrari, ma il ritmo di gara delle “rosse” non è stato negativo.

AUSTIN, TX - OCTOBER 23: Kimi Raikkonen of Finland driving the (7) Scuderia Ferrari SF16-H Ferrari 059/5 turbo (Shell GP) on track during the United States Formula One Grand Prix at Circuit of The Americas on October 23, 2016 in Austin, United States.  (Photo by Mark Thompson/Getty Images)

GP Usa F1 2016 – La Ferrari chiude la parentesi di Austin con il quarto posto di Sebastian Vettel, mentre Kimi Raikkonen è stato costretto al ritiro dopo 38 giri per un problema nel corso del terzo pit-stop.

Non si può dire che le “rosse” abbiano impressionato, ma il risultato non è molto generoso se si tiene conto del ritmo espresso in gara dalle monoposto del “cavallino rampante”.

Maurizio Arrivabene crede che una migliore posizione in griglia avrebbe consentito di ottenere un risultato più in linea con il potenziale espresso in pista: “È chiaro che speravamo di ottenere di più da questo weekend americano. Abbiamo pagato cara la nostra posizione di qualifica. In gara avevamo un ritmo sicuramente migliore rispetto al sabato, avremmo potuto lottare per il podio”.

Le cose, però, sono andate in modo diverso e bisogna prenderne atto. Gli uomini di Maranello cercheranno di fare meglio in Messico, dove fra pochi giorni andrà in scena un nuovo atto della stagione agonistica. Nell’attesa, c’è ancora spazio per alcune valutazioni sull’appuntamento di ieri.

Vettel traccia un bilancio della sua corsa e crede che la monoposto non fosse proprio male: “Nel complesso la gara è andata abbastanza bene. La partenza non è stata il massimo e alla curva 1 qualcuno mi ha urtato, ma sono stato fortunato e ho potuto continuare. Da lì in poi avevo un buon passo, ho cercato di risparmiare le gomme e sono riuscito a posticipare la sosta ai box. È stata una gara un po’ diversa da quello che ci aspettavamo. Sarebbe stato un bel risultato per la squadra piazzare entrambe le vetture in zona punti”.

Giudizio positivo sulla macchina anche da parte di Raikkonen, deluso per come gli sono andate le cose: “Ovviamente il risultato finale di questa corsa è tutt’altro che ideale. Ed è un peccato perché il comportamento della macchina era buono. Quando ho lasciato i box dopo il terzo pit-stop ho rallentato un po’ e ho chiesto se era tutto ok perché avevo visto qualche scintilla uscire dalla macchina. Alla fine della corsia la squadra mi ha chiesto di fermarmi. Ora dobbiamo capire cosa è successo, il dado ruota non era nella posizione giusta”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail