Formula 1: Hamilton si scusa con Massa dopo l'ennesimo contatto



Finora non è stata una grande stagione per Hamilton, Lewis soffre molto di non poter lottare alla pari con Vettel, e questa sua sofferenza la traduce in impazienza e quindi in nervosismo.

Sta sbagliando tanto il pilota anglocaraibico, al punto di buttare a mare anche tante gare dove poteva fare bene, come dimostra il suo compagno Button sempre veloce, concreto e competitivo.

I tanti svarioni incidenti e penalità accumulate in questa stagione devono far riflettere Lewis e portarlo a cambiare atteggiamento, in Giappone l’ennesimo episodio in cui è rimasto coinvolto Felipe Massa: ormai tra i due sembra essersi innescata una vera guerra.

In questa occasione però Hamilton s’è reso conto di quanto la sua gara sia stata poco convincente e chiede scusa a Massa per l’accaduto, vediamo le parole di Lewis: "E' stata una gara deludente per me, ma è stato un grande giorno per Jenson e tutta la squadra.

Jenson ha fatto un ottimo lavoro oggi. Ha davvero meritato questa vittoria, mentre per me non è stata una grande giornata. Eppure non mollo perchè la mia testa guarda già avanti alla prossima gara dove spero di avere un'altra chance".
"Chiaramente la nostra macchina ha il ritmo per vincere, ma non ero in grado di competere oggi così me ne andrò e guardare i dati per capire come posso tornare ad essere competitivo in Corea il prossimo fine settimana".

"In gara, io non so davvero cosa è successo con Felipe. Gli specchietti della vettura vibravano ad alta velocità, quindi non ho potuto vederlo accanto a me. Voglio scusarmi per aver toccato le nostre auto, ma per fortuna non è successo niente a nessuno di noi due. Non c'era nessuna intenzione cattiva nei confronti di Felipe, ho il massimo rispetto per lui, è un pilota fantastico ed era molto veloce oggi".

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: