GP USA F1 2017: vince Hamilton davanti a Vettel, titolo costruttori alla Mercedes

Ancora una volta è la Mercedes di Lewis Hamilton ad imporsi. L'asso di Stevenage primo nel GP USA F1 2017, con una forte ipoteca sul titolo.

a:2:{s:5:"pages";a:4:{i:1;s:0:"";i:2;s:67:"GP USA F1 2017: Hamilton in pole su Mercedes, poi Vettel su Ferrari";i:3;s:72:"GP USA F1 2017: Hamilton su Mercedes domina le prove libere del venerdì";i:4;s:47:"GP USA F1 2017: orari e pneumatici per Austin
";}s:7:"content";a:4:{i:1;s:3193:" during the United States Formula One Grand Prix at Circuit of The Americas on October 22, 2017 in Austin, Texas.

GP USA F1 2017 - Lewis Hamilton, degnamente assistito dalla sua Mercedes, vince la sfida di Austin, in una gara dove l'asso di Stevenage non lascia spazio ai sogni degli avversari, che devono arrendersi alla sua legge. Ormai il titolo mondiale è dietro l'angolo per lui. Già in cassa, invece, il campionato costruttori, che impreziosisce a partire da oggi il palmares del team della "stella".

Gli uomini della Ferrari nulla hanno potuto contro tale scenario, maturato in una tappa, come quella odierna, che non ha permesso il miracolo "rosso". In Texas la scuderia di Maranello è giunta nelle piazze d'onore, con Sebastian Vettel davanti a Kimi Raikkonen.

Fra le due monoposto del "cavallino rampante", nelle battute conclusive, si era messa la Red Bull di Max Verstappen, con un terzo posto che poteva suscitare ulteriore amarezza nella squadra emiliana, ma la gioia del pilota belga è durata poco, in virtù dei 5 secondi di penalità che gli sono stati inflitti per aver tagliato la curva nel sorpasso a Kimi. Così il finlandese è tornato sul podio, ma andiamo alla cronaca della corsa.

Al via, grande partenza di Vettel, che sorpassa Hamilton, guadagnando alla prima curva il comando delle danze. Hamilton non resiste allo scatto del tedesco e deve accontentarsi del secondo posto, seguito da Bottas e Ricciardo, che nei minuti iniziali supera il rivale della Mercedes, per poi ridare indietro la posizione. Alle loro spalle, nell'ordine, Ocon, Raikkonen, Alonso, Sainz e gli altri.

Al sesto giro Hamilton è molto vicino a Vettel, che scavalca in modo perentorio con l'uso dell'ala mobile. in questo preciso momento le speranze iridate della Ferrari si affievoliscono, diventando sempre più labili. La situazione nella linea di testa si mantiene abbastanza tranquilla nei minuti successivi, quando inizia il rito dei pit stop.

Vettel si ferma prima di Hamilton ed è a un soffio da lui quando l'anglocaraibico esce dai box, subito dopo la sua sosta, eseguita al ventesimo passaggio. A questo punto l'esito della gara sembra già scritto, almeno per quanto riguarda il gradino più alto del podio. Quando la conta dei giri è giunta a metà, dietro i due avversari di punta ci sono Bottas, Raikkonen, Verstappen, Massa, Ocon, Perez, Sain e Kvyat. Nuovi pit stop guadagnano la scena, interessando alcuni protagonisti, ma il leader non cambia.

A dieci giri dalla fine, in piazza d'onore c'è Raikkonen, seguito da Bottas e Vettel. Poco dopo, quest'ultimo supera il connazionale. Poi tocca a Kimi la stessa sorte. Tutto sembra tranquillo a questo punto, se non fosse per la manovra di sorpasso, perfettamente riuscita, di Verstappen su Raikkonen, che toglie al ferrarista il terzo posto, ma la gioia del pilota olandese durerà poco, per una penalizzazione. Vince Hamilton davanti alle due Ferrari. Il titolo costruttori è della Mercedes, quello piloti è sempre più vicino per l'alfiere di punta della "stella".

gp-usa-f1-2017-classifica.jpg

";i:2;s:1825:"

GP USA F1 2017: Hamilton in pole su Mercedes, poi Vettel su Ferrari

AUSTIN, TX - OCTOBER 21: Lewis Hamilton of Great Britain driving the (44) Mercedes AMG Petronas F1 Team Mercedes F1 WO8 on track during final practice for the United States Formula One Grand Prix at Circuit of The Americas on October 21, 2017 in Austin, Texas.  (Photo by Clive Rose/Getty Images)

GP USA F1 2017 - Miglior tempo, nelle prove di qualificazione di Austin, per Lewis Hamilton e la sua Mercedes. Il pilota anglocaraibico della "stella" mette in cassa la pole position numero 72 della carriera: un risultato di altissimo livello, che rafforza il suo record in materia. Oggi, accanto a lui, partirà Sebastian Vettel con la Ferrari, staccato di un paio di decimi nella lista dei tempi. L'obiettivo dell'interprete di punta del "cavallino rampante" è la vittoria, ma questa potrebbe non bastare a riaccendere la speranza iridata, vista l'attuale situazione di classifica del tedesco e del team di Maranello.

Terzo posto in qualifica per Valtteri Bottas, con l'altra "freccia d'argento", seguito da Daniel Ricciardo su Red Bull. Poi Kimi Raikkonen, che ha fatto meglio di Max Verstappen (penalizzato in griglia di 15 posizioni per la sostituzione della power unit), Esteban Ocon, Carlos Sainz, Fernando Alonso e Sergio Perez, ultimo della top ten.

Ericsson, Stroll, Hartley, Wehrlein e Magnussen non hanno superato lo scoglio del Q1. Stessa sorte, in Q2, per Massa, Kvyat, Vandoorne, Grosjean e Hulkenberg. Oggi si attende una bella gara, dove i principali protagonisti daranno fondo alle loro energie per cercare di raccogliere il risultato migliore. Chiaro il riferimento ad Hamilton e Vettel, che si giocheranno il titolo mondiale in questa fase finale della stagione agonistica, con i pronostici decisamente a favore del primo.

gp-usa-f1-2017-qualifiche.jpg

";i:3;s:1875:"

GP USA F1 2017: Hamilton su Mercedes domina le prove libere del venerdì

AUSTIN, TX - OCTOBER 20: Lewis Hamilton of Great Britain driving the (44) Mercedes AMG Petronas F1 Team Mercedes F1 WO8 on track during practice for the United States Formula One Grand Prix at Circuit of The Americas on October 20, 2017 in Austin, Texas.  (Photo by Clive Mason/Getty Images)

GP USA F1 2017 - Lewis Hamilton è stato il più rapido nella seconda sessione di prove libere sulla pista texana di Austin. L'asso di Stevenage ha messo la sua Mercedes davanti alla Red Bull di Max Verstappen, protagonista di una buona performance, anche se il ritardo dal vertice è nell'ordine dei quattro decimi. Come diciamo sempre in questi casi, i dati del venerdì vanno presi con le pinze, non come oro colato. Nel prosieguo del weekend avremo un quadro più affidabile dei valori.

Tornando al confronto finale della giornata odierna, in terza piazza è giunto Sebastian Vettel con la Ferrari, seguito dalla "freccia d'argento" di Valtteri Bottas e dalla "lattina volante" di Daniel Ricciardo. Sesto posto per Kimi Raikkonen, sulla seconda Ferrari, con Fernando Alonso, Felipe Massa, Sergio Perez ed Esteban Ocon alle sue spalle.

Anche la prima sessione di prove libere si era chiusa nel segno di Lewis Hamilton, autore del crono migliore con la sua Mercedes. Piazza d'onore, in un confronto turbato dalla pioggia, per Sebastian Vettel con la Ferrari, staccato di 6 decimi dalla linea di testa. Poi Valtteri Bottas, terzo nella lista dei tempi sull'altra "freccia d'argento". Quarto posto per Max Verstappen, che aveva messo la sua Red Bull davanti alla McLaren di Stoffel Vandoorne e alla Williams di Felipe Massa. Solo settimo Kimi Raikkonen, con la seconda Ferrari. Alle sue spalle, Esteban Ocon e Sergio Perez, entrambi su Force India. A Carlos Sainz il compito di chiudere la top ten con la Renault.

gp-usa-f1-2017-libere-2.jpg

gp-usa-f1-2017-libere-1.jpg

";i:4;s:2384:"

GP USA F1 2017: orari e pneumatici per Austin

AUSTIN, TX - OCTOBER 23:  Lewis Hamilton of Great Britain driving the (44) Mercedes AMG Petronas F1 Team Mercedes F1 WO7 Mercedes PU106C Hybrid turbo leads Nico Rosberg of Germany driving the (6) Mercedes AMG Petronas F1 Team Mercedes F1 WO7 Mercedes PU106C Hybrid turbo, Daniel Ricciardo of Australia driving the (3) Red Bull Racing Red Bull-TAG Heuer RB12 TAG Heuer, Max Verstappen of the Netherlands driving the (33) Red Bull Racing Red Bull-TAG Heuer RB12 TAG Heuer and the rest of the grid at the start during the United States Formula One Grand Prix at Circuit of The Americas on October 23, 2016 in Austin, United States.  (Photo by Lars Baron/Getty Images)

GP USA F1 2017 - Dopo la sfida in Giappone, gli interpreti del Circus si apprestano ad affrontare quella degli Stati Uniti, in programma dal 20 al 22 ottobre prossimi, con i seguenti orari:

GP USA F1 2017, gli appuntamenti

Venerdì 20 ottobre

Ore 17:00, Prove libere 1
Ore 21:00, Prove libere 2

Sabato 21 ottobre

Ore 18:00, Prove libere 3
Ore 23:00, Qualifiche

Domenica 22 ottobre

Ore 21:00, Gara

Teatro del confronto il Circuito delle Americhe, la cui inaugurazione risale al 2012. La pista è firmata, come altre del calendario agonistico, dall'architetto Hermann Tilke. Entra nella storia perché è la prima appositamente costruita per la F1 negli Usa. La striscia d'asfalto destinata al confronto fra le monoposto propone 20 curve e significativi cambi di pendenza, che creano un profilo altimetrico molto interessante, in un quadro dove si miscelano elementi di diversa estrazione, coniugando aspetti moderni con caratteristiche dei tracciati di vecchia memoria.

La planimetria è veloce ed impegnativa, con temperature ambientali elevate che andranno ad aggiungersi alle sfide meccaniche cui saranno sottoposte le gomme. I 5.515 metri di planimetria alternano sezioni più lente e tecniche ad altre decisamente più spinte.

La prima frazione del giro è particolarmente impegnativa, con un tornante alla curva 1 seguito da una rapida sequenza di cambi di direzione dalla curva quattro alla sei: ricorda Silverstone o Spa. Tale sequenza comporta che si scarichi molta energia sulla struttura dello pneumatico, in particolare sulla parte esterna, che deve sopportare la maggior parte delle forze di sterzata. A causa delle curve lente le gomme dovranno offrire il massimo grip e, quindi, di trazione sia con molto che con poco carburante.

In vista della gara, la FIA ha comunicato a Pirelli il numero di set di pneumatici e relative mescole scelti da ciascun pilota per il Gran Premio degli Stati Uniti. Scopriamo insieme la tela, giovandoci della grafica ufficiale fornita dal costruttore italiano.

gp-usa-f1-2017-pirelli.jpg

";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail