Finali Mondiali Ferrari: emozioni speciali e titoli al Mugello

ferrari

Ieri è andata in scena al Mugello la seconda giornata delle Finali Mondiali Ferrari, che hanno visto all'opera gli iscritti alle quattro serie del challenge del "cavallino rampante", impegnati a sfidarsi nella seconda sessione di qualifiche e nel primo turno di competizioni.

Sul circuito toscano si è confermato l'elevato impegno agonistico del monomarca di Maranello e sono stati assegnati i primi titoli di categoria, al termine di una stagione molto combattuta. Stefano Gai è il campione italiano del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli, mentre Benedetto Marti ha conquistato il tricolore nella Coppa Shell. A Max Blancardi è andato il titolo europeo.

Nel girone riservato agli iscritti al Trofeo Pirelli Italia, Lorenzo Bontempelli (Kessel Racing) ha siglato il miglior tempo assoluto nelle qualifiche. La sfida per il miglior crono dello schieramento nordamericano è stata invece vinta da Enzo Potolicchio di Ferrari of Ft. Lauderdale.

Tra i gentleman driver il più veloce è stato Benedetto Marti, con Riccardo Ragazzi (Ineco/Ram) e Scott Tucker (Boardwalk) autori del miglior tempo tra i piloti impegnati con la F430 nei rispettivi campionati. Prove ufficiali anche per la divisione europea, dove la “pole position” di Gara 2 è andata ad Alexsander Skryabin (Ferrari Moscow) nel Trofeo Pirelli, mentre Fons Scheltema (Kessel Racing) è stato il più veloce della Coppa Shell.

Nel Campionato Asia Pacifico, nota di merito per il giapponese Hisao Shigeta che, confermando l’ottima prestazione registrata ieri, ha dominato sul pilota di Singapore Ringo Chong e su Eric Kwong (HKG), autori del secondo e del terzo miglior tempo di categoria, mentre, in Coppa Shell, la miglior prestazione è stata fatta registrare dall’australiano Steve Wyatt.

Il livello di agonismo si è alzato nel primo pomeriggio con le gare, disputate per lo più su pista bagnata. Nel Trofeo Pirelli Italia, Matteo Malucelli si è aggiudicato Gara 1 davanti a Stefano Gai e a Dario Caso (CDP). Con questo secondo posto Gai concretizza il suo primato, conquistando così matematicamente il titolo italiano per il secondo anno consecutivo con una gara d’anticipo.

Anche nella Coppa Shell si è assistito ad una battaglia serrata per le posizioni di testa, con Benedetto Marti che si è assicurato sia il primato nella prova sia il titolo tra i gentleman driver. L’alfiere di Motor/Piacenza ha tagliato il traguardo precedendo Marco Zanuttini (Ineco/MP) e Raffaele Giannoni (Motor/Piacenza).

Tra i piloti della serie nordamericana del Trofeo Pirelli, miglior piazzamento per il campione in carica Enzo Potolicchio, secondo assoluto dietro a Malucelli, mentre con la F430 gli allori sono andati ad Andrea Belluzzi tra gli italiani e a Juan Hinestrosa nella divisione nordamericana.

Nel girone continentale, Max Blancardi (Motor/Malucelli) si è aggiudicato il titolo nella categoria Pirelli, grazie al sesto posto messo a segno nella prima manche, che ha visto Philipp Baron vincitore davanti ai due piloti di Ferrari Moscow, Grossmann e Skryabin. In Coppa Shell, Kruglyk (Scuderia GT) ha dominato la prima gara ricca di sorpassi spettacolari ed ha preceduto sul traguardo Dirk Adamski (Baron Service) e Yannick Mallegol (Motor/Piacenza).

Nella serie Asia Pacific la vittoria è andata al pilota di Hong Kong, Eric Kwong davanti ai due giapponesi, Motoaki Ishikawa e Shigeru Terashima. In Coppa Shell, Steve Wyatt si è imposto nello schieramento dell’Asia Pacific davanti a Gregory Teo e a Onda Francis Hideki. Tra i protagonisti dell’intensa giornata, le Formula 1 storiche coordinate dal dipartimento F1 Clienti di Maranello, impegnate in alcune sessioni di giri liberi.

Ben venti i gioielli presenti tra cui una F1-87/88 C del 1987 ex Alboreto/Berger, sette esemplari pilotati da Michael Schumacher dal 1998 al 2005 e la F2007 campione del mondo ex Kimi Raikkonen. Fra le altre attività non agonistiche, sessioni in pista dedicate alle nove FXX e alle ventidue 599XX iscritte al XX Programmes.

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail