ILMC: la Peugeot chiude in bellezza alla 6 Ore di Zhuhai

ilmc peugeot

La Peugeot Total si è imposta nella 6 Ore di Zhuhai, tappa conclusiva dell'Intercontinental Le Mans Cup 2011. A tagliare per prima la linea del traguardo è stata la 908 di Sébastien Bourdais ed Anthony Davidson, che hanno preceduto la vettura gemella dei compagni di squadra Franck Montagny e Stéphane Sarrazin, per una doppietta nei colori francesi.

Terzo posto per l'Audi di Bernhard e Fassler, giunta sul gradino più basso del podio, dopo aver occupato la posizione migliore nel corso della prima ora.

Successo inatteso in GTE Pro per le Bmw M3 ufficiali, che hanno centrato una doppietta benefica per la casa bavarese, soffiando le migliori posizioni agli uomini scesi in pista con le Ferrari, cui vanno i due allori di specialità (costruttori e team), grazie ad AF Corse.

ilmc peugeot
ilmc peugeot
ilmc peugeot
ilmc peugeot

ilmc peugeot

Dopo la conquista del secondo titolo costruttori consecutivo negli Stati Uniti, quindi, il team Peugeot Total finisce in bellezza la stagione, portando a casa anche la sesta vittoria del campionato ILMC 2011, che si è rivelato molto competitivo.

Da Sebring a Road Atlanta, passando per Spa-Francorchamps, Imola e Silverstone, fino alla 24 Ore di Le Mans, ogni gara è stata combattuta fino all’ultimo e decisa al traguardo da pochi secondi. Dopo sei incredibili corse, la casa del "leone rampante" ha conquistato la gloria grazie a cinque vittorie, incluse tre doppiette e quattro pole position.

A Zhuhai, primo circuito costruito in Cina nel 1996, si è aggiunto un altro sigillo, in un contesto operativo molto complicato e faticoso per i piloti. Qui la Peugeot aveva già vinto lo scorso anno, migliorando la sua immagine e la reputazione del brand nel Paese della Grande Muraglia, che ora esce ulteriormente rafforzata.

Classifica finale:

01 - Bourdais-Davidson (Peugeot 908) - Peugeot - 249 giri 6.01'24"879
02 - Sarrazin-Montagny (Peugeot 908) - Peugeot - 38"651
03 - Behrnard-Fassler (Audi R18) - Audi - 1 giro
04 - Jani-Prost (Lola B10/60 - Toyota) - Rebellion - 7 giri
05 - Nicolet-Premat-Pla (Pescarolo - Judd) - OAK - 9 giri
06 - Mucke-Meyrick-Primat (Lola - Aston Martin) - AMR - 10 giri
07 - Lahaye-Moreau-Ragues (Pescarolo - Judd) - OAK - 11 giri
08 - Mailleux-Ordonez-Vernay (Oreca 03-Nissan) - Signatech - 21 giri
09 - Farfus-Muller (BMW M3) - Schnitzer - 28 giri
10 - Priaulx-Alzen (BMW M3) - Schnitzer - 29 giri
11 - Ortelli-Makowiecki (Ferrari 458) - Luxury - 31 giri
12 - Lietz-Ried-Roda (Porsche 997) - Proton - 32 giri
13 - Beretta-Bornhauser-Canal (Corvette ZR1) - Larbre - 33 giri
14 - Krohn-Rugolo-Jonsson (Ferrari 430) - Krohn - 34 giri
15 - Mullen-Ehret-Wills (Ferrari 430) - CRS - 34 giri
16 - Da Rocha-Lafargue (Pescarolo - Judd) - OAK - 36 giri
17 - Chen-Shanqi (Oreca FLM09) - PTRS - 36 giri
18 - Mortara-O'Young-Imperatori (Audi R8) - Audi China - 39 giri
19 - Gruber-Lee-Tak Mak (Audi R8) - Race Experience - 46 giri
20 - Goethe-Giroix (Aston Martin Vantage) - Gulf Team - 51 giri
21 - Rich-Rasmussen-Singerland (Lotus Evora) - Jetalliance - 55 giri
22 - Naoki-Shogo (Courage - Nissan) - Tokai - 62 giri
23 - Bruni-Fisichella (Ferrari 458) - AF Corse - 63 giri

Giro più veloce:

Bourdais-Davidson 1'23"177

Ritirati:

169 giri - Tsuzuki-Kim-Van Dam
163 giri - Rossiter-Mowlem-Heinemeier
139 giri - Kristensen-McNish
110 giri - Beltoise-Farnbacher-Firman
73 giri - Cheng-Arnold-Hakkinen
22 giri - Cioci-Ma

Via | Lemanslive.com
Via | Peugeot-sport.com

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: