A Laguna Seca sulla Mercedes SLS AMG con Bernd Schneider

Laguna Seca, un nome esotico che appena pronunciato mi ha sempre fatto pensare alle grandi sfide del motociclismo. Kenny Roberts, Wayne Rainey, Kevin Schwantz... ma anche quel sorpasso di Rossi su Stoner entrato nella leggenda. Si siamo su Motorsportblog, ma perdonatemi questa digressione sulle due ruote fatta da appassionato di motori. Siamo stati invitati da Mercedes-Benz AMG ad una prova della nuova C 63 sul tracciato di Laguna Seca, che troverete su Autoblog. Nel filmato qui sopra il video di alcuni giri su Mercedes SLS AMG con Bernd Schneider, ex F1 con Zakspeed ed Arrows e due volte campione del DTM.

Un circuito pazzesco quello californiano, dove le pendenze e le colline si susseguono senza darti la possibilità di vedere cosa c'è oltre. L'espressione massima di Laguna Seca è proprio il "cavatappi", o "corkscrew" se preferite dirlo all'americana. Per prenderlo bene, oltre alla concentrazione, è necessario avere a memoria la giusta traiettoria. I talenti possono contare anche sulla propria sensibilità, ma un dato di fatto rimane uguale per tutti: il cavatappi non lo vedi finchè non ci sei già dentro.

La salita in curva a sinistra che lo precede sembra non avere mai fine. Solo sullo scollinamento lascia il posto agli indicatori numerici. 3,2,1 curva a sinistra. Imbocchi la curva e ancora ti chiedi il cavatappi dove sia, c'è giusto il tempo di sterzare a destra e senti l'auto che si stacca dal suolo. Senti urlare di piacere il V8 6,3. E' questo il momento in cui il cavatappi lo vedi completamente, e lo senti. Dura un istante: l'auto ricade al suolo e Bernd corregge la traiettoria mentre si prepara per la curva successiva. Siamo in due a divertirci sulla SLS AMG e, credetemi, per farlo non è necessario essere al posto di guida... quando il pilota è un veterano come Schneider. Doppia lezione per il sottoscritto che ha visto e "sentito" come si guida davvero, e che torna a casa con la consapevolezza anche il più "figo" dei videogiochi in commercio non ti regalerà mai quella sensazione di timore reverenziale che ha Laguna Seca offre a tutti come "battesimo del fuoco".

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: