A1GP a Shanghai


Con una gara d’anticipo la Germania si aggiudica a Shanghai la coppa del mondo nella A1GP grazie a due podi di Nico Hulkenberg.

Al team tedesco sono bastati due terzi posti per festeggiare il titolo che nella prima stagione della serie era finito nelle mani della Francia. L’unico pretendente poteva essere la Nuova Zelanda, ma agli ormai iridati bastava concludere nei primi sei davanti agli oceanici. Nella Sprint Race il 19enne Hulkenberg ha attaccato fin da subito lo statunitense Jonathan Summerton, passandolo al 13esimo giro mentre Gran Bretagna e Nuova Zelanda tenevano la testa della corsa fino al termine. Il neozelandese Jonny Reid ha fatto fino in fondo il suo dovere, terminando al secondo posto dietro all’inglese Robbie Kerr che ha conquistato la seconda vittoria consecutiva, ma il terzo posto di Hulkenberg, che partiva dalla seconda fila, ha lasciato solo un piccolo spiraglio per il discorso campionato.

Il risultato acquisito diceva che alla Germania restavano due soli punti al titolo e nella Feature Race la tensione montava già nei primi giri con l’attacco per il quarto posto di Summerton a Hulkenberg.
Mentre la Gran Bretagna ritardava il cambio gomme, Germania e Nuova Zelanda optavano per un stop anticipato, rivelatosi poi una mossa vincente. Nell’ultima parte di gara Reid approfittava del doppiato Pakistan per soffiare la testa della corsa a Kerr ed involarsi fino al traguardo, mentre Hulkenberg proseguiva in sicurezza arrivando alla bandiera a scacchi staccato a circa un secondo e mezzo.

Sprint race:

1. Robbie KERR (Gran Bretagna) 10 giri in 16’04”825
2. Jonny REID (Nuova Zelanda) +0.385
3. Nico HÜLKENBERG (Germania) +2”515
4. Sebastien BUEMI (Svizzera) +6”123
5. Jonathan SUMMERTON (USA) +7”107
6. Alex YOONG (Malesia) +11”157
7. Narain KARTHIKEYAN (India) +11”826
8. Alan VAN DER MERWE (Sudafrica) +16”753
9. Renger VAN DER ZANDE (Olanda) +17”137
10. Enrico TOCCACELO (Italia) +18”201
11. Congfu CHENG (Cina) +18”790
12. Richard LYONS (Irlanda) +19”407
13. Ananda MIKOLA (Indonesia) +21”555
14. Vitor MEIRA Brasile +24”231
15. Sergio PEREZ (Messico) +25”046
16. Ian DYK (Australia) +28”852
17. Filip SALAQUARDA (Repubblica Ceca) +29”091
18. Allam Khodair (Libano) +30”482
19. Joao URBANO (Portogallo) +33”789
20. Nur ALI (Pakistan) +49”433
21. Sean McINTOSH (Canada) +3 giri
22. Jean Karl VERNAY (Francia) +3 giri

Feature Race:

1. Jonny REID (Nuova Zelanda) 38 giri in 1h08’13”498
2. Robbie KERR (Gran Bretagna) +1”567
3. Nico HÜLKENBERG (Germania) +3”185
4. Renger VAN DER ZANDE (Olanda) +5”661
5. Richard LYONS (Irlanda) +10”381
6. Sean McINTOSH (Canada) +12”298
7. Enrico TOCCACELO (Italia) +13”171
8. Jean Karl VERNAY (Francia) +14”943
9. Sebastien BUEMI (Svizzera) +15”263
10. Filip SALAQUARDA (Repubblica Ceca) +21”785
11. Alex YOONG (Malesia) +22”331
12. Alan VAN DER MERWE (Sudafrica) +25”714
13. Joao URBANO (Portogallo) +28”900
14. Allam KHODAIR (Libano) +29”276
15. Congfu CHENG (Cina) +30”395
16. Ananda MIKOLA (Indonesia) +49”698
17. Narain KARTHIKEYAN (India) +54”586
18. Nur ALI (Pakistan) +2 giri
19. Vitor MEIRA (Brasile) +4 giri
20. Jonathan SUMMERTON (USA) +14 giri
21. Ian DYK (Australia) +21 giri
22. Sergio PEREZ (Messico) +36 giri

Via | A1GP

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: