F1, GP Brasile: Alonso e Massa parlano del venerdì Ferrari

alonso

La Ferrari traccia un bilancio delle due sessioni di prove libere del venerdì, in vista del Gran Premio del Brasile di Formula 1, che chiuderà la stagione agonistica 2011, il cui calendario è stato il più lungo di tutti i tempi.

Con gli occhi già puntati al 2012, la scuderia del "cavallino rampante" ha utilizzato le tre ore in pista anche per valutare alcune soluzioni del prossimo anno.

Tanti i chilometri percorsi dai due ferraristi, con il padrone di casa Felipe Massa che ha completato due giri in più della distanza di gara. Il pilota brasiliano ha concluso la giornata al sesto posto, mentre il compagno di squadra Fernando Alonso ha siglato il quarto miglior crono sull'altra 150° Italia, cui è stato sostituito il propulsore in vista delle qualifiche, dopo un problema accusato nella prima sessione.

A dividere i due interpreti di Maranello ci ha pensato Michael Schumacher, consistente al volante della sua Mercedes. In cima alla lista dei tempi i soliti noti, con Lewis Hamilton al comando con la McLaren, seguito dalle Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber.

Questa l'analisi di Alonso: "Non è stata una giornata facile perché non siamo ancora riusciti a trovare un buon bilanciamento della vettura. Vedremo quindi se e quanto potremo essere competitivi in qualifica. In particolare, non sono soddisfatto del posteriore. Onestamente, in base a quello che abbiamo visto, penso che sull’asciutto siamo un po’ meno competitivi del solito: non credo che potremmo lottare con Red Bull e McLaren, in più c’è una Mercedes molto veloce. Però la possibilità di pioggia è molto elevata, quindi tutto potrebbe accadere".

Ecco la lettura di Massa: "Sono molto contento di correre nel mio Paese, ma anche di chiudere una stagione non certo esaltante. Se dovessi darmi un voto da uno a dieci credo che oscillerebbe intorno al cinque. Da lunedì potremo concentrarci totalmente sul 2012: dobbiamo migliorare in tutte le aree ma, soprattutto, sull’aerodinamica, che nella Formula 1 attuale è la componente chiave nel progetto di una macchina, senza però dimenticare ogni dettaglio, perché è dai piccoli particolari che viene fuori una monoposto perfetta. A Interlagos abbiamo provato tante regolazioni diverse, ora dobbiamo mettere tutto insieme per cercare di prepararci nella maniera migliore per le qualifiche e, soprattutto, per la gara. Spero di raccogliere un buon risultato".

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: