Dakar 2019, la carica dei 101

Elenco di spessore globale per la corsa sudamericana

L'attesa è finita! E'finalmente in corso la prima tappa della edizione 2019 della Dakar, che si terrà quest'anno totalmente in territorio peruviano. Saranno diciannove le tappe in programma e per Carlos Sainz, vincitore della passata edizione, non sarà facile bissare il successo con la Mini John Cooper Works della X-Raid. Al fianco di Sainz troveremo due ex-protagonisti della Dakar motociclistica, ovvero Stephane Peterhansel e Cyril Despres. Pur condividendo lo stesso tipo di vettura dell'iberico, i due francesi faranno di tutto per soffiargli il primo posto sugli sterrati peruviani. Sempre su vetture Mini della X-Raid vedremo al via anche Yazeed Al-Rajhi, pilota che si vede spesso anche nel Mondiale Rally, e l'iberico Nani Roma che come Despres e Peterhansel ha scritto pagine gloriose alla Dakar motociclistica. Un altro francese in grado di dire la sua in ottica successo è Sebastien Loeb. Con Daniel Elena come da tradizione sul sedile di destra della Peugeot 3008 DKR, Loeb mira ad una accoppiata incredibile: il trionfo alla Dakar e quindi, a fine Gennaio, il successo al Rally di Montecarlo dove scenderà in campo per la prima volta in carriera con una Hyundai, ponendo fine ad un "matrimonio" ventennale con il gruppo PSA. Un altro "big" sugli sterrati sudamericani sarà Nasser Al-Attiyah con il Toyota ufficiale del Team Gazoo. Da non sottovalutare anche la presenza di Martin Prokop con un MP Racing a motorizzazione Ford. Il ceco, presenza abbastanza costante del Mondiale Rally, da alcuni anni si impegna con un certo profitto anche alla Dakar. Non mancano poi ritorni di lusso quale quello di Robby Gordon. Il polivalente pilota americano, con un passato di successo anche in Indycar e Nascar, torna dopo tre anni al volante di un UTV Textron. Altro veterano al via sarà il transalpino Philippe Gache al volante di una Geely, vettura concepita dallo stesso gruppo che ha acquisito qualche anno or sono il controllo della Volvo. E si rinnova anche il sodalizio formato dai gemelli olandesi Tim e Tom Coronel con una Jefferies Dakar Team. Non mancano i team italiani a cominciare dalla CAT Racing che schiera Camelia Liparoti e Rosa Romero Font su un Yamaha YXZ. Poi abbiamo il torinese Giampaolo Bedin su un Buggy Raitec con Guido Toni sul sedile di destra. La R Team schiera ben due punte "tricolori". Il livornese Fabio Del Punta gareggerà in sodalizio con Stefano Sinibaldi su una Can Am ed il sammarinese Andrea Schiumarini dividerà con Massimo Salvatore ed il forte rallista romagnolo Andrea Succi una possente Ford Raptor. Infine un cenno per Angelo Montico che navigherà il qatariota Ahmed Al-Kuwari su una Yamaha YXZ della CAT Racing. In bocca al lupo a tutti!...

N.M.B.

  • shares
  • Mail