Dakar, Toyota subito al comando

Toyota Gazoo ed X-Raid si giocano la leadership

Seconda tappa per la Dakar 2019 Auto e subito la Toyota Gazoo Racing fa la voce grossa piazzando ben due equipaggi nelle prime due posizioni. Il sudafricano Giniel De Villiers è subentrato al compagno di team Nasser Al-Attiyah al comando della competizione dopo i problemi che hanno retrocesso il qatariota in ottava posizione. Al secondo posto c'è un altro Toyota con al volante l'olandese Bernhard Ten Brinke, navigato dall'esperto francese Xavier Panseri. Le Mini della X-Raid recitano la parte degli inseguitori principali con Nani Roma in terza posizione e Yazeed Al-Rajhi direttamente alle sue spalle. Anche la Peugeot 3008 della PH Sport rimane ampiamente in lizza per la vittoria con Sebastien Loeb autore del miglior tempo parziale nella seconda tappa ed ora quinto in classifica, ad un minuto e cinquantasei secondi dalla vetta. Resta ampiamente in corsa per la vittoria anche Carlos Sainz con la Mini della X-Raid, che attualmente occupa il sesto posto in classifica generale. La PH Sport al momento vede nella Top Ten anche l'inglese Harry Hunt che è settimo, davanti ad un Al-Attiyah che certamente nelle prossime tappe tenterà di riscattarsi. Si difende molto bene anche Cyril Despres con una ennesima Mini della X-Raid, nono davanti al poderoso Toyota Hilux G-Energy dei russi Vasilyev e Zhiltsov. Un altro francese grande protagonista della Dakar Moto, Stephane Peterhansel, per il momento occupa la tredicesima posizione. Ventiquattresimo posto provvisorio per lo statunitense Robby Gordon che cerca di ritrovare i migliori ritmi dopo una lunga assenza alla gara sudamericana. Precede la Geely di Philippe Gache che cerca di adattarsi al meglio alla vettura cinese. Al momento di pubblicare l'articolo, solo quarantaquattro vetture hanno completato la seconda tappa. Devono ancora giungere al traguardo i nostri portacolori. Nella prima tappa il migliore è stato il copilota Angelo Montico che, fiancheggiando il qatariota Ahmed Al Kuwari, si è posizionato cinquantaseiesimo. Camelia Liparoti deve cercare di migliorare il sessantaduesimo posto iniziale così come il triplo equipaggio R Team formato dai rallisti Andrea Schiumarini ed Andrea Succi e da Salvatore Massimo, il cui Ford Raptor occupa il novantaduesimo posto. Un cenno anche per i Camion con il Kamaz Master dei russi Nikolay, Iakovlev e Rybakov al comando davanti ai Petronas Iveco del team olandese De Rooy.

N.M.B.

  • shares
  • Mail