La famiglia Pezzuto all'assalto del TCR Endurance

Una Golf GTI la vettura dei forti piloti salentini

Tra i diversi binomi che già hanno dato la propria adesione alla nuova serie TCR Endurance Italy aperta alle vetture con cambio DSG, spicca la Volkswagen Golf GTI che sarà portata in gara dai leccesi Massimiliano e Nicolò Pezzuto, padre e figlio. E'la prima esperienza in equipaggio per i due forti piloti salentini, che lo scorso anno hanno gareggiato uno contro l'altro nella elettrizzante cornice del Trofeo Super Cup. Dopo un campionato pieno di colpi di scena, Nicolò ha avuto la meglio sul padre e su diversi altri avversari aggiudicandosi il titolo di classe Mitjet. E'stato il primo titolo del giovane salentino che punta ad eguagliare molto rapidamente le vette raggiunte dal padre. Quest'ultimo, da molti anni titolare di una importante concessionaria di auto, ha ottenuto il primo titolo nel lontano 1995 con la Peugeot 306 nel CIVT, che allora era molto ricco di partecipanti. Nella stessa stagione arrivò anche il prestigioso incarico di tester da parte della Michelin per le nuove coperture destinate ai piloti CIVT 1996. Max Pezzuto passò poi nel Superturismo con una Peugeot 405 Mi16, sfiorando subito il successo nell'agguerrito raggruppamento dedicato ai privati nonostante una macchina piuttosto obsoleta. Poi una progressiva riduzione dell'attività agonistica per motivi di lavoro, con esperienze nel Driver's Trophy e con vetture Sport e Formule. Pezzuto senior ha anche disputato nel 2001 il casalingo Rally del Salento, arrivando vicino al podio con la Peugeot 306 Maxi ex-Renato Travaglia nonostante una serie di sfortune occorse nell'arco di tutta la gara. Dopodiché un lungo periodo di oblio interrotto un paio di anni fa con la partecipazione nel Trofeo del Levante di Binetto, con una vettura Sport. Da lì la febbre dei motori è tornata ad ardere potente nel "vecchio" Pezzuto che ha iniziato a preparare i piani per un ritorno in grande stile sulle piste italiane. "Febbre" che ha colpito anche il giovane Nicolò, che ha debuttato con ottimi risultati nel campionato di Binetto con una delle variopinte e formative Volkswagen Lupo Cup. Nel 2018 la famiglia Pezzuto si è così rilanciata con due vetture Mitjet sui migliori circuiti d'Italia cogliendo ottimi risultati e notevoli soddisfazioni nella serie di Giordano Giovannini. Il tutto senza neanche avere disputato tutto il campionato: saggiamente, Massimiliano non ha trascurato il lavoro e Nicolò ha continuato la preparazione per gli studi universitari che inizierà questo autunno. Per il 2019 il palcoscenico diventa ancora più prestigioso con la partecipazione dei due salentini alla serie TCR Endurance Italy che, nel round di Misano, sarà a fianco del DTM e per giunta si correrà in notturna. Le prospettive per fare bene ci sono tutte e nei test di Adria Nicolò ha siglato un ottimo 1'22''330. Certamente il fatto di correre a fianco del padre affinerà ulteriormente le capacità del giovane salentino che punta a diventare una delle migliori giovani leve del nuovo campionato. In bocca al lupo alla famiglia Pezzuto...

N.M.B.

  • shares
  • Mail