Ricordo di Alessandro Bonacini

Al suo attivo una carriera di quindici anni

Il primo weekend di Maggio si apre subito con un lutto per il Motorsport italiano. Ieri a Pegognaga, in provincia di Mantova, il forte pilota Alessandro Bonacini è rimasto vittima di un grave incidente mentre era ai comandi di un elicottero. Il velivolo ha presumibilmente accusato un guasto ed è andato a schiantarsi in picchiata contro un albero senza lasciare scampo al suo pilota. Sposato e padre di due piccoli, Alessandro Bonacini lascia un vuoto difficilmente colmabile nell'universo delle gare GT. Il suo esordio fu oltre tre lustri fa con la Renault Clio RS della Challenge Team di Luca Savani nelle gare Open, poi breve fu il passo per il debutto nell'Alfa Romeo 147 Cup. I primi successi Alessandro Bonacini li consegui però con la Renault Clio Cup. In particolare memorabili le sue performance con la Renault New Clio dello squadrone Composit Motorsport di Sozzigalli di Soliera. Con lui gareggiarono piloti del calibro di Enrico Dell'Onte, Luciano Gioia, Ronny Marchetti, Daniele e Laura Pasquali, Cristian Ricciarini, Stefano Zanini ed il padre Piero Foglio, che ha sempre condiviso la passione del figlio. Negli anni Dieci il passaggio alle gare Gran Turismo con frequenti successi nei monomarca Ginetta e Porsche fino al debutto nel Campionato Italiano GT. Uno stint durato fino al 2017 quando corse con la Lamborghini Huracan della Imperiale Corse. Lo scorso anno una stagione di semi-inattività anche se è stato possibile vedere Alessandro in azione nel Trofeo Super Cup nella tappa di Misano Adriatico, dividendo con l'amico Michele Febbraro la Honda Civic Type-R di quest'ultimo. La scomparsa di Alex lascia un grande amaro in bocca a chi scrive. Non dimenticherò gli anni della Renault New Clio Cup, quando frequentavo regolarmente il tendone della Composit della famiglia Ansaloni in tutta Italia. Ogni sera nel weekend era una piccola festa tra un banchetto sapientemente preparato dalla signora Ilde, il bilancio tra il serio ed il faceto della prima gara o delle prove, il compleanno di qualcuno di noi, e tanti aneddoti scherzi e ricordi. I piloti Composit erano diventati i miei "eroi", ed ogni vittoria era un momento da ricordare. Anche dopo la diaspora del team modenese avevo mantenuto con tutti ottimi rapporti. Speravo in un ritorno di Alex in qualche gara della Super Cup o della Supercars Series, ma non sarà più possibile. Ho perduto un grande amico ed un compagno di tanti bei momenti allegri nel paddock. A Piero Foglio un grande abbraccio per questo durissimo momento della vita.

Ciao, Alex.

N.M.B.

  • shares
  • Mail