Consani vince anche a San Marino

Tre vittorie su tre per il protagonista del Terra

Stephane Consani e Thibaut De La Haye fanno tris nel Campionato Italiano Rally Terra. A San Marino a dir la verità soffrono più del solito perché il primo giro di prove speciali viene dominato dalla Skoda Fabia R5 di Giacomo Costenaro, che si isola in vetta. A partire dal secondo giro di prove, però, Consani contrattacca e vince i secondi passaggi di Macerata Feltria, Sestino e Piandimeleto, senza però riuscire ancora nel sorpasso. L'avvicendamento al comando arriva però nella settima speciale con l'abbandono di Costenaro causa cedimento alla pompa della benzina. Nella settima speciale miglior tempo per la Hyundai i20 R5 di Umberto Scandola, ma il veronese viene ben presto messo fuori causa dai freni. Per la Skoda Fabia R5 di Consani la strada verso la vittoria è spianata. A nulla vale per Daniele Ceccoli, anche lui su Skoda Fabia R5, il miglior tempo sugli ultimi passaggi di Sestino e Piandimeleto. Consani certifica la vittoria con il miglior tempo sulla speciale finale a San Marino, precedendo Ceccoli in classifica finale di dodici secondi netti. A completare il podio troviamo Paolo Andreucci che con Rudy Briani alle note non brilla come al solito sulla Peugeot 208 T16 R5. Evidentemente il garfagnino paga lo scotto della pur breve inattività. In più una penalizzazione condiziona le sue ambizioni di alta classifica. Mastica ancora più amaro Nicolò Marchioro quarto con la Skoda Fabia R5, ultimo dei concorrenti con un distacco inferiore al minuto nei confronti dell'imprendibile Consani. Già il quinto classificato, Luca Hoelbling con la Hyundai i20 R5 superstite, lamenta un ritardo di oltre quattro minuti sul francese. Trionfo per Riccardo Rigo in R4 con la Mitsubishi Lancer Evo IX favorito dalla uscita di strada di Maspoli nelle prime battute di gara. E in Gruppo N vittoria per la identica Lancer Evo IX in specifica N4 dello specialista Mattia Codato, che mette a lungo il sale sulla coda alla Ford Fiesta R5 di Massimo Squarcialupi ed alla Skoda Fabia R5 di Lucio Petrocco. A completare la Top Ten la Renault New Clio di Andrea Bucci che sbanca la R3C. In R2T duello all'ultimo sangue tra le Citroen DS3 di Andrea Coti Zelati e Filippo Baldinini che chiudono nell'ordine. Baldinini viene anche penalizzato, ma il fardello di dieci secondi non si rivela determinante con Coti Zelati che riesce a precedere l'avversario già sul campo. Spicca il secondo posto in Gruppo N di Gabriele Matteuzzi con la Peugeot 106 N2, ottimo quattordicesimo assoluto. Raffica di ritiri in R2B con ben tre piloti fuori per guasti meccanici già sulla seconda speciale. Simone Petrocco è vincente con la Ford Fiesta Mk8 davanti alla Ford Fiesta di Enrico Oldrati, sopravvissuto ad una lunga serie di problemi ed unico altro classificato di classe. Solo diciannove i piloti classificati sui ventisette al via. Il passaggio al "Terra" ha indubbiamento danneggiato la consistenza del parco partenti della gara sammarinese, anche se lo spettacolo non ne è risultato diminuito. Il CIRT tornerà a fine Settembre con il Nido dell'Aquila a Nocera Umbra.

N.M.B.

  • shares
  • Mail