Simone Iaquinta fa doppietta in Carrera Cup!

Weekend nero per Bashar Mardini in Michelin Cup, vincono De Giacomi e Cassarà

Anche al Mugello la Porsche Carrera Cup Italia regala due corse ad alto tasso di spettacolarità. Emerge come protagonista assoluto del weekend Simone Iaquinta della Ghinzani Arco che fa sue entrambe le gare. Per la verità la prima la conquista a tavolino dopo la penalizzazione di venticinque secondi inflitta al vincitore sul campo Patrick Kujala ed a Tommaso Mosca che precedono Iaquinta sul campo. Una irregolarità al via rovina l'ottima gara del finnico e del lombardo che sono relegati al settimo ed ottavo posto assoluto. Penalizzati anche Davide Di Benedetto e Lodovico Laurini relegati nelle retrovie. A completare il podio sono quindi Enrico Fulgenzi della Tsunami e Jaden Conwright della Dinamic che per due soli decimi precede il compagno di team Diego Bertonelli. Brillante prova anche per il giovane Stefano Monaco che batte l'elvetico Mickael Grosso per una inezia. La prima gara si caratterizza per il testacoda alla Bucine di Alberto Cerqui che si insabbia senza scampo. L'ex-formulista sarà l'unico pilota nell'elenco ritirati della manche, caratterizzata da temperature molto elevate. Colpo di scena in Michelin Cup con Bashar Mardini che perde un giro e cede la vittoria ad Alex De Giacomi della Tsunami RT. Sconfitto di giustezza il laziale Marco Cassarà mentre alle loro spalle beffa all'ultimo giro per Luca Pastorelli finito in testacoda a poche curve dalla fine e giunto al traguardo con una gomma KO. Al terzo posto di classe finisce Chicco Reggiani, che si impone anche in Silver Cup ai danni di Niccolò Mercatali e Marco Galassi. Seconda manche con due "big" che saltano il via: Mosca non si schiera per protesta e Cerqui viene appiedato da una rottura al semiasse in fase di pre-griglia. Tra i piloti della Michelin Cup subito toccata tra De Giacomi e Cassarà che riparte in fondo con il paraurti posteriore destro rovinato; peggio va a Moritz Sager che con la vettura di Dinamic era giunto decimo in prima manche. L'austriaco si insabbia causando una immediata fase di neutralizzazione. Al nuovo via è Enrico Fulgenzi che fa la voce grossa allungando sugli avversari. Si relega nelle retrovie il finnico Patrick Kujala dopo una toccata con Grosso; il portacolori di Bonaldi si lancia in una bella rimonta ma le chance di vittoria sono "andate".  Per il marchigiano della Tsunami RT sembra spianata la strada verso la vittoria, ma una foratura alla posteriore sinistra lo costringe a riprendere la strada dei box con ben poco tempo di gara rimasto. Simone Iaquinta passa così in testa e va a vincere davanti a Conwright e Bertonelli. Con il secondo posto il giovanissimo americano cresciuto in Formula 4 è il nuovo leader di campionato con un solo punto su Bertonelli. Gran quarto posto per Jovan Lazarevic della Duell Racing di Alan Gomboso, il serbo fa grossi progressi dopo il nono posto della prima manche. Quinto Monaco su Kujala, Giovanni Berton, Di Benedetto, Francesco Massimo De Luca e Grosso. In Michelin Cup è De Giacomi a vincere sul campo ma dopo una penalità per la "toccata" del primo giro il successo passa a Cassarà che risale deciso dal fondo. A completare il podio di categoria Reggiani e Galassi, primo e secondo in Silver Cup. Prossima tappa di campionato a Vallelunga il 15 Settembre.

N.M.B.

  • shares
  • Mail