TCR Endurance, gli Altoè vincono al Mugello

Weekend nero per Barberini due volte fuori pista

Ultima tappa prima della pausa estiva per il TCR DSG Endurance che al Mugello sforna una grande gara vinta dagli Altoè con la Cupra TCR ufficiale. Già la Qualifying Race è ricca di colpi di scena con la collisione alla San Donato tra la Audi RS3 LMS di Alessandro Thellung e la Cupra TCR di Cosimo Barberini. Per entrambi la corsa finisce in sabbia e Thellung non partirà per la Endurance. Il primo posto sotto Safety Car va a Giacomo Barri con la Audi RS3 LMS di BF Motorsport davanti a Sandro Pelatti anche lui su Audi RS3 LMS. Terzo Giovanni Altoè che dunque parte in seconda fila con la Volkswagen Golf di Luca Segù e Giammaria Gabbiani. Il giorno della gara le temperature sono molto elevate ed i colpi di scena sono a raffica. Il primo ritiro è di Cosimo Barberini che in una fase di rimonta delicata finisce fuori pista nella parte alta dopo un contrasto con Sandro Pelatti. La Cupra evita l'insabbiamento e l'urto con le barriere ma il toscano non può tornare in pista ed è il ritiro per lui. Grande sfortuna anche per Carlotta Fedeli che in questo weekend non compie neppure un giro di gara. Numerosissime sono le forature all'anteriore sinistra che coinvolgono piloti di media classifica. Le Volkswagen Golf GTI le vetture più in difficoltà, in particolare quella di Cenedese/Patrinicola si insabbia alla San Donato e perde una infinità di giri prima di riprendere. Più "fortunati" Michele Imberti ed Andrea Mabellini che riescono a raggiungere in qualche modo i box limitando i danni, così come Fabio Antonello e Marco Costamagna al volante di due Cupra TCR DSG. La vittoria se la giocano gli Altoè e la Audi RS3 LMS di Barri ed Ermanno Dionisio: un confronto che si protrae per tutta la gara con i due equipaggi perfettamente assecondati dalle loro vetture. Le forature continuano e la Audi RS3 LMS di Nicola Guida e Matteo Greco si ritrova con la anteriore sinistra a terra. Il tentativo di Greco di tornare ai box compiendo l'intero giro per evitare la penalità della "scorciatoia" si rivela deleterio: la Audi si ferma prima del Correntaio con sospensione e passaruota tritati. Anche altri equipaggi sono in difficoltà: la Audi RS3 LMS di Palanti/Montalbano percorre un giro a rilento, mentre la Golf GTI di Segù/Gabbiani perde tempo per noie all'intercooler. Nel finale di gara si concretizzano altri ritiri. Alberto Biraghi rientra ai box con la pompa della benzina della Cupra TCR DSG di RS+A fuori uso, Mabellini si ferma al Correntaio ed Imberti torna ai box a pochi minuti dalla bandiera a scacchi. Alla fine gli Altoè vincono davanti a Barri/Dionisio ed alla Cupra TCR DSG che la BD Racing fornisce ai fratelli Nicola e Guido Sciaguato. Quarti Volpato/Pelatti davanti a Giammaria Gabbiani che è l'ultimo dei piloti a pieni giri. Dopo le ottime prove libere solo sesto posto per Raffaele Gurrieri ed Eric Scalvini con la VW Golf GTI davanti alla Cupra TCR DSG di Andrea Masserini e Jody Vullo, guidata con successo da Simone Sartoni nel Trofeo Super Cup. Seguono dunque le Volkswagen Golf GTI di Diego Cassarà/Alberto Tapparo ed Alessandro Berton/Robin Appelqvist, mentre la Top Ten la completa con un distacco di un giro la Audi di Montalbano/Palanti davanti alla Cupra TCR DSG di Mariano Bellin e Riccardo Ruberti. La prima sortita della Wimmer Werk con la Cupra TCR DSG di Christian Voithofer e Gunther Benninger si chiude con un dodicesimo posto dopo una sosta ai box ad inizio gara. Evidentemente il bolide era troppo "spremuto" dopo avere anche corso le gare della serie TCR "Sprint". Con questa vittoria gli Altoè portano a sedici i punti di vantaggio in classifica di campionato su Barri e Dionisio. Prossima e penultima gara di campionato il 1 Settembre ad Imola.

N.M.B.

  • shares
  • Mail