Topjet F2000, Zeller e Cola tra i crash

Prima gara fermata con la bandiera rossa

Il round di Scarperia è l'ultima gara su suolo italiano della Topjet F2000 e dispensa molte emozioni ed anche qualche brivido. Con l'unica eccezione di Stoller, la cui Tatuus è demolita, tutti i piloti coinvolti nella carambola di gara 2 ad Imola sono regolarmente al via in Toscana. In prima manche subito grande paura al via con Antoine Bottiroli che spegne il motore al via e viene schivato da tutti. Il gruppo si sgrana rapidamente con le Dallara di Andrea Cola e Tom Beckhauser della serie Drexler in aspra bagarre per la vittoria assoluta, mentre alle loro spalle si mettono in mostra Sandro Zeller, Dino Rasero ed Andrea Benalli. Dopo lo spavento al via Bottiroli risale rabbioso le posizioni. Alla Bucine testacoda di Paolo Vagaggini con la Dallara di Puresport: ripartirà perdendo due giri. Sembra che la gara possa procedere tranquilla fino alla bandiera a scacchi, quando a pochi minuti dalla fine alla San Donato Beckhauser sperona violentemente il posteriore della vettura di Cola. Quest'ultimo riesce a mantenere il controllo della vettura ed a fermarsi in sicurezza, mentre Beckhauser, con la Dallara semidistrutta, si arena nella sabbia. Dato il poco tempo rimasto si decide di esporre direttamente la bandiera rossa. L'incidente costa caro a Cola e Beckhauser che vengono penalizzati di cinque secondi, retrocedendo perciò in quarta e sesta posizione assoluta. Zeller intasca la vittoria davanti a Rasero -che sbanca la Classe 1- e Benalli, mentre Bernardo Pellegrini è quinto con la Dallara di HT. Penalizzati di cinque secondi anche Kurt Bohlen, Enrico Milani e Marcel Tobler: questo promuove il vincitore della Classe 2 Riccardo Perego al settimo posto davanti a Bottiroli. Undicesimo posto per Gianpaolo Lattanzi con la Dallara di Facondini. Tredicesimo posto per Sergio Terrini con la Dallara di Twister, mentre Fontanella è sedicesimo con la sua Dallara davanti a Porri, tornato al volante della Dallara nero opaco di One Motorsport dopo la sfortunata parentesi di Colucci ad Imola. Il romano Luca Iannaccone è ventunesimo con la bianca Dallara di Franz Woess dopo una corsa regolare. Due posizioni più dietro il compagno di team Ralph Putz. Tra le Formula Renault 2000 vittoria per Gruber ai danni di Kacovsky e Norbert Groer. In Gara 2 non si schierano né Sergio Terrini né l'elvetico Antonino Pellegrino per il protrarsi di problemi tecnici alla sua Dallara. Viceversa, Cola e Beckhauser sono regolarmente in grado di partire grazie al super-lavoro di Monolite e Franz Woess Racing. Il via è regolare e Cola e Zeller lottano con accanimento per la vittoria, mentre perde subito contatto la Tatuus FR 2000 di Averbeck che poi sarà richiamata ai box con bandiera nero-arancio. Il confronto per la vittoria tra Cola e Zeller si decide alla Materassi con una toccata che manda l'elvetico sulle barriere. Cola mantiene il controllo e va a vincere davanti a Bottiroli e Rasero. Quarto posto per Beckhauser con una Dallara un po' provata davanti a Benalli e Bohlen. La Top Ten la completano tutti i nostri portacolori con Pellegrini davanti a Milani, Lattanzi e Perego. Tredicesimo Vagaggini davanti ad Urs Ruttiman, veterano della Formula 3 elvetica che negli anni Novanta faceva regolarmente tappa a Varano. Alle spalle di Rutti c'è Federico Porri autore di una buona gara con la Dallara di One Motorsport. Diciottesimo Fontanella davanti a Iannaccone che, dopo la carambola di Imola, si preoccupa di non fare nuovi danni alla sua splendida Dallara. Si ripete il podio di gara 1 tra le Formula Renault 2000 con Gruber che domina su Kacovsky e Groer. Si riprenderà a Brno l'8 Settembre.

N.M.B.

  • shares
  • Mail