Rally del Tirreno: Riolo vince fra le moderne, Guagliardo fra le storiche

Vittoria di Riolo e Rappa al 16° Rally del Tirreno. La gloria del gioielliere di Cerda è giunta dopo un lungo duello con Profeta e Raccuia.

Totò Riolo si è imposto al Rally del Tirreno 2019, con la sua Skoda Fabia R5. Il pilota siciliano, assistito alle note da Gianfranco Rappa, ha guadagnato il gradino più alto del podio dopo un bel duello con l'equipaggio composto dai giovani Alessio Profeta e Sergio Raccuia, a bordo di un modello dello stesso tipo.

Terzo posto al traguardo, nella sfida messinese organizzata da Top Competition, per i tenaci Michele Beccaria e David Arlotta, su Renault Clio Super 1600 BR Sport, cui va il primato fra le due ruote motrici.

Alle loro spalle Giuseppe Nucita, navigato da Maurizio Messina, che ha messo la sua Renault Clio R3 davanti alla vettura gemella di Angelo Bruno e Massimo Giacobbe, giunti quinti al traguardo del Rally del Tirreno 2019. Sesta posizione assoluta e prima di classe 1600 gruppo A per Giuseppe Arena e Mario Ciccolo, su Peugeot 106.

Nel Tirreno Historic Rally, onori della gloria per il palermitano Domenico Guagliardo, assistito alle note da Francesco Granata, a bordo di una Porsche 911 SC. Piazza d'onore per Antonio Di Lorenzo e Franco Cardella, su una vettura dello stesso tipo. Gradino più basso del podio storico per Giovanni Spinnato e Fabio Mellina, anche loro sulla sportiva tedesca.

Rally del Tirreno 2019, la top ten

1 Riolo - Rappa (Skoda Fabia R5) in 52’10”4
2 Profeta - Raccuia (Skoda Fabia R5) a 41”9
3 Beccaria - Arlotta (Renault Clio Super 1600) a 2’59”8
4 Nucita - Messina (Renault Clio R3) a 3’02”9
5 Bruno - Giacobbe (Renault Clio R3C) a 3’07”1
6 Arena - Ciccolo (Peugeot 106) a 4’04”8
7 A. Armaleo - Zaccone (Renault Clio R3C) a 4’19”4
8 Gangemi - Di Stefano (Peugeot 106) a 5’02”2
9 Rizzo - D’Angelo (Renault Clio RS) a 5’09”5
10 Sofia - Giglio (Peugeot 106) a 5’17”5

Via | Aci Sport Italia
Foto | Gallà

  • shares
  • Mail