CEM: Faggioli sbanca anche Les Rangiers!

Ma Merli non demorde ed è ancora secondo con la Osella FA 30

La striscia vincente di Simone Faggioli nel CEM prosegue anche a St.Ursanne Les Rangiers, la tradizionale tappa agostana della serie. Il fiorentino porta al trionfo la sua Norma M20 FC Zytek E2 SC 3000 con un margine di quasi due secondi sulla Osella FA30 Zytek LRM di Christian Merli che comunque resta ampiamente in lizza per il Titolo avendo fatto punteggio pieno tra i piloti E2 SS. Irraggiungibile il ritmo dei due italiani per l'idolo locale Marcel Steiner che con la LobArt Mugen LA 01 termina terzo della classifica CEM precedendo la Osella FA 30 Zytek LRM di Diego De Gasperi. La Top Five la completa un altro italiano, è Fausto Bormolini la cui Reynard K02 finalmente funziona a dovere. Anche stavolta, per contrasto, problemi tecnici per la Reynard di Renzo Napione che effettua solo la prima delle due sole manche disputate. Il ritardo causato da un paio di pesanti uscite di vetture Sport e Monoposto di piloti locali -in particolare Jean Marc Salomon che era iscritto con la sua Tatuus Formula Master anche alla gara CEM- non consente infatti la effettuazione della terza manche di gara. Questo non giova all'austriaco Christoph Lampert che con la seconda Osella FA 30 del team di Christian Merli inanella uno sfortunato sesto posto per la classifica Europea. Tra gli elvetici spicca anche il buon piazzamento della Reynard K01 di Robin Faustini che è settimo nella classifica CEM davanti alla Osella PA27 del francese Cyrille Frantz ed alla Osella PA30 del ceco Petr Vitek. Top Ten europea completata da Simon Hugentobler con la Osella PA30 della ACS battendo la Osella FA 30 di Joel Volluz, stavolta in seria difficoltà sul nuovo asfalto di Les Rangiers. In difficoltà anche Fabien Bouduban con la Norma M20 FC, giunto alle spalle di Volluz nella classifica CEM, mentre si difende l'inglese Darren Warwick con la Dallara F399. Il Gruppo E2 Silhouette vede il trionfo dei mostri della Repubblica Ceca. Marek Rybnicek con la McLaren Evo F1 impone la sua classe alla Lotus Elise di Dan Michl. I due sono così veloci da staccare nettamente la McLaren 650S GT3 di Jan Milon che comunque fa bottino pieno nel gruppo GT. In ombra le CN sulla pista di Saint Ursanne con la vittoria di Jean Pierre Bovier su Osella PA20 S Bmw ai danni di Alberto Dell'Oglio con la Norma M20 FC e di Christian Bouvier, quasi-omonimo del vincitore ed a podio con una splendida Wolf GB 08. Bouvier finisce in mezzo al drappello delle vetture di Gruppo A capitanato da Lukas Vojacek trionfante con la Subaru Impreza WRX Sti. In A2000 ancora una vittoria per Luca Zuurbier con la Honda Civic Type-R davanti alla Alfa Romeo 147 di David Dedek. Tutti i big del Gruppo A pagano però dazio ad un grande, grandissimo Antonino Migliuolo che trionfa con la Mitsubishi Lancer Evo IX in Gruppo N. Un cenno per la S2000 che vede la Mitsubishi Lancer Evo X R di Ivan Mutnansky battere nettamente la identica auto dell'ungherese Laszlo Hernadi. Un cenno per la graduatoria Nazionale che vede la Dallara F312 Mercedes di Billy Ritchen battere la Mitsubishi Evo 8 EGMO di Ronnie Bratschi, reduce da una sfortunata incursione nel Campionato Tedesco. Terzo il francese Arnaud Cholley con la Dallara F308.

N.M.B.

  • shares
  • Mail