Trofeo Luigi Fagioli 2019: Vesuvio in forze a Gubbio

Nappi conferma la sua presenza con l'Osella PA 30 recuperata, Vacca con la PA 21 nuovamente al 100%, Loffredo sempre al top con la Mini TD e tanti altri protagonisti a Gubbio al Trofeo Luigi Fagioli.

Vesuvio in grande spolvero al 54° Trofeo Luigi Fagioli: il sodalizio partenopeo si presenta a ranghi compatti all'evento umbro, che segna la nona tappa del Campionato Italiano Velocità Montagna 2019.

A Gubbio saranno ben 20 le vetture, fra storiche e moderne, coi colori della compagine campana. Piero Nappi conferma la sua presenza con l'Osella PA 30, recuperata dal team Catapano dopo la toccata di Popoli. L'obiettivo è quello di disputare una gara al vertice.

Stesse ambizioni per il pilota sassarese Giuseppe Vacca, che potrà contare sulla sua Osella PA 21, questa volta del tutto ripristinata rispetto alla precedente partecipazione di Rieti, quando l'intervento della PACO 74 era stato provvidenziale per la partecipazione, ma non definitivo.

Sotto le insegne vesuviane altre sei Sport Car prenderanno parte al Trofeo Luigi Fagioli 2019: due Osella 2000, la PA 20 guidata da Tommaso Carbone e la CN motorizzata BMW di Ciro Riccio; due 1400, l'Osella del Team Puglia di Nivola e la Radical SR 4 del beneventano Eugenio Barbone. Due anche i "millini", Osella per Michele Carbone e Radical per Andrea Pace.

Giovanni Loffredo tornerà alla guida della Mini John Cooper Works, mentre Gabiele Mauro sarà al volante di una Porsche 997 GT3, auto con cui lo scorso anno ottenne la vittoria di classe GT Cup oltre 3000. Da segnalare anche la presenza della Renault Clio di Antonio Vassallo, ma il ventaglio di Vesuvio sarà più ampio. Non ci resta che attendere il fine settimana per sapere come andrà a finire.

Via | ErregiMedia

  • shares
  • Mail