Marco Mandoloni sfortunato al Trofeo Fagioli

Problemi elettrici lo fermano in seconda manche

Dopo la giornata nera di Popoli, con il ritiro dopo una ottima prima manche, anche nella casalinga Gubbio la buona sorte non gira a favore di Marco Mandoloni. Rimessa a posto la Citroen Saxo Racing Start 1600, Marco parte con l'intento di fare bene in uno schieramento di ben diciannove auto verificate. Nella prima manche di prova Marco realizza un buon 2'24''69 che fa intuire la ritrovata competitività della Saxo Vts. Nella seconda qualifica Mandoloni fa ancora meglio portandosi a 2'21''50, con un fantastico quarto posto di classe. Ed anche la prima manche di gara, nonostante la pista resa umida dal temporale di Sabato pomeriggio, vede Mandoloni scatenato. Al traguardo l'eugubino stacca un bellissimo 2'21''18, staccato di appena venticinque secondi dal cosentino Brecchi. Il podio di classe Racing Start 1600 è pienamente alla portata anche alla luce dei problemi che hanno eliminato dallo start di Gara 1 il bravissimo Cosimo Rea e la sua Citroen Saxo, ma la seconda manche porta tempesta, e non solo a livello meteorologico. Mentre il cielo viene rapidamente coperto dalle nuvole ed inizia a cadere qualche goccia di pioggia, la Citroen Saxo Vts bianco-arancio-verde-blu inizia ad avere nuovi problemi elettrici. Mandoloni cerca di stringere i denti ma l'auto perde sempre più potenza ed alla fine ci si deve fermare al Bivio di Sant'Ubaldo. Un vero peccato perché Mandoloni, potendo sfruttare una pista ancora quasi asciutta, poteva conseguire un bel tempo assoluto e magari ambire a qualcosa in più del bronzo di classe Racing Start 1600. Adesso Mandoloni "staccherà la spina": la Saxo Vts finisce in rialzo fino alla completa risoluzione dei problemi. Con l'obiettivo di fare alla grande al Trofeo Fagioli 2020...

N.M.B.

  • shares
  • Mail