TCR DSG Endurance, Dionisio e Barri vincono in volata

Sconfitti per un niente gli Altoè

La gara di Imola del TCR DSG Endurance, corsa nella mattinata del 1 Settembre, incorona vincitori Giacomo Barri ed Ermanno Dionisio con la Audi RS3 LMS di BF Motorsport. L'agguerrito equipaggio ha la meglio per appena un secondo e ventinove millesimi sulla migliore delle Cupra Leon, pilotata dai veneti Giovanni ed Alessandro Altoè. La bagarre tra le due vetture ha calamitato l'interesse del pubblico per gran parte della seconda ora di gara e solo l'esperienza di Barri gli ha permesso di regolare lo scatenato binomio rodigino. Al terzo posto si era piazzata la Audi RS3 LMS che BF Motorsport aveva schierato per Riccardo Ruberti e Giuseppe Montalbano, ma una penalità di cinque secondi ha consegnato il bronzo alla Volkswagen Golf GTI di Raffaele Gurrieri ed Eric Scalvini protagonista di un super weekend alla luce delle ottime gare nella serie TCR Sprint. Nonostante una lunga sequenza di errori, Franco Gnutti vola con la Volkswagen Golf GTI e chiude al quinto posto assoluto "a tavolino", dopo che la Leon di Samuele Piccin e Romy Dall'Antonia viene penalizzata di dieci secondi nel post-gara e declassata di una posizione. Per il binomio veneto comunque un'ottima gara visto che non avevano nemmeno effettuato la Qualifying Race vinta da Sandro Pelatti e Gabriele Volpato con la Audi RS3 LMS. E'stato proprio lo stop di questa vettura per un problema tecnico a causare l'unica neutralizzazione della gara, durata comunque pochi minuti. Tornando alla classifica vale la pena citare il settimo posto della Audi RS3 LMS di Paolo Palanti e Ronnie Valori, ultimo equipaggio rimasto a pieni giri. Ottavo con un giro di ritardo l'ottimo Michele Imberti, unico "solista" con la Volkswagen Golf GTI Elite Motorsport dotata di una nuova livrea. Alle sue spalle troviamo la Cupra TCR di Marco Costamagna e Alberto Biraghi, con quest'ultimo estremamente provato sia per la fatica che per le temperature, particolarmente elevate nonostante l'orario mattutino. Un calvario per noie di rifornimento la gara di Cosimo Barberini e Carlotta Fedeli, giunti solo decimi con la Cupra Leon ed ormai tagliati definitivamente fuori dai giochi per il titolo. Una penalità inflitta alla Cupra Leon divisa tra Fabio Antonello ed Adriano Visdomini, all'esordio nella categoria dopo diverse esperienze su vetture Porsche, consente alla Volkswagen Golf di Marco Cenedese e Simone Patrinicola di chiudere undicesima una corsa tribolata. Tredicesimi Guida e Greco con la Audi RS3 LMS, ultimo equipaggio staccato di un giro. Alle loro spalle con un ritardo di due giri arrivano gli austriaci di Wimmer Werk Gunther Benninger e Christian Voithofer, al volante della Leon che Voithofer utilizza anche nella serie TCR "sprint". Problemi tecnici penalizzano la corsa di Arturio Merzario e Mariano Costamagna che con la Audi RS3 LMS di RS+A sono quindicesimi a quattro giri. Gravi problemi per la Volkswagen Golf GTI di Enrico Bettera ed Alberto Tapparo che chiude staccata di quattordici giri, finendo persino alle spalle della Audi di Volpato e Pelatti comunque classificata. Passa sotto la bandiera a scacchi ma non entra in classifica a causa dell'eccessivo ritardo accumulato da Barri e Dionisio la Cupra Leon BD Racing di Jody Vullo, davvero sfortunatissimo. La BD Racing lamenta anche il ritiro di Nicola e Guido Sciaguato fermi con la loro Leon sul finire della prima ora di gara. Tra i ritirati, purtroppo, anche la Volkswagen Golf GTI che Gianmaria Gabbiani divide stavolta con Nico Baldan. Noie ad un mozzo prima ed al tubo di scappamento poi eliminano la potente vettura tedesca. In classifica di campionato gli Altoè comandano con 107 punti, diciotto lunghezze in più di Barri e Dionisio.  Appuntamento ora al Mugello Circuit la prima Domenica di Ottobre per la finale della prima stagione di questa serie subito entrata nel cuore dei fans.

N.M.B.

  • shares
  • Mail