Cronoscalata della Castellana 2019: vince Fattorini con record

Fattorini è il re dei record alla Cronoscalata della Castellana. Il pilota umbro ha avuto la meglio su Zardo, al culmine di uno spettacolare duello ingaggiato con lui.

Michele Fattorini ha vinto, su Osella Fa30 Zytek, la Cronoscalata della Castellana 2019. Il pilota orvientano si è imposto per la terza volta consecutiva nella gara di casa, dove in quattro occasioni è finito sul gradino più alto del podio.

La gloria è giunta con il nuovo record cronometrico del tracciato, ma non è stato facile piegare la resistenza di Denny Zardo, finito in piazza d'onore con la sua Norma M20 Fc Zytek, dopo un'accesa battaglia che ha fatto la felicità del pubblico assiepato lungo il percorso. Alla fine solo il tempo di un respiro ha separato i due grandi protagonisti della sfida.

Sul terzo gradino del podio è salito Angelo Marino, alla prima esperienza con la Lola Evo Zytek di Formula 3000, che ha tenuto a bada Sergio Farris, quarto assoluto sulla linea di arrivo, su Osella Pa2000 Honda. Weekend da dimenticare per Giuseppe Vacca, costretto al ritiro per noie elettriche al suo prototipo.

La Cronoscalata della Castellana, giunta alla 47ma edizione, ha scritto un nuovo atto del Trofeo Italiano Velocità Montagna, richiamando un folto pubblico di curiosi e appassionati. Per loro uno spettacolo piacevole, in linea con le aspettative.

Tornando alla classifica, merita di essere segnalato il dodicesimo posto assoluto e migliore fra le vetture Turismo di Daniele Pelorosso, al volante della Renault Clio Proto. Il pilota orvietano, mai così veloce nella gara di casa, ha dato spettacolo migliorandosi di alcuni secondi e dominando il gruppo E1. Pronostici della vigilia rispettati anche nei gruppi E2Sh e GT, nei quali si sono imposti rispettivamente Michele Ghirardo, con la Lotus Exige, e Maurizio Pitorri, con la Ferrari 488 Challenge.

Classifica 47^ Cronoscalata della Castellana

1. Fattorini (Osella Fa30 Zytek) in 5'34”97
2. Zardo (Norma M20 Fc Zytek) a 1”65
3. Marino (Lola B99 Evo Zytek) a 11”30
4. Farris (Osella Pa2000 Evo Honda) a 12”39
5. Bassi (Osella Pa21 JrB Suzuki) a 37”62
6. Manni (Mygale F.3) a 38”62
7. Urbani (Osella Pa21 Honda) a 39”16
8. Gentile (Osella Pa21 Honda) a 50”16
9. Carboni (Wolf Gb08 Thunder Aprilia) a 50”28
10. Ferretti (Radical Sr4) a 53”81

Fonte | ErregiMedia Foto Sergio Fattorini

  • shares
  • Mail