Monte Erice 2019: Faggioli vince la sfida CIVM trapanese

Faggioli vince la Monte Erice 2019, fissando il nuovo record sul percorso trapanese. Il pluricampione toscano porta a casa la prima delle tre finali del Campionato Italiano Velocità Montagna.


Successo con record alla Monte Erice 2019 per Simone Faggioli, che ha siglato il miglior tempo nelle due frazioni agonistiche, stabilendo il nuovo primato della cronoscalata siciliana, in 2'50"40 (Gara 1). Il pilota toscano, con la sua Norma M20 FC Zytek Pirelli spinta dal carburante Magigas, ha messo a segno uno splendido weekend in Sicilia. Dietro di lui sono giunti Christian Merli e Domenico Cubeda, entrambi su Osella FA30.

La vittoria conseguita nell'isola porta Faggioli in testa alla classifica del Campionato Italiano Velocità Montagna 2019, aprendo le porte alla speranza di un nuovo sigillo nazionale per il pluricampione della Best Lap.

Queste le parole di Simone a fine corsa: "È stata una bella sorpresa! Il percorso per la sua scivolosità non era affatto nelle nostre corde, ma questi nuovi pneumatici Pirelli lo hanno reso meno insidioso, così come già a Limanowa, e ci hanno permesso la vittoria in Gara 1 e in Gara 2. Ora sono in testa alla classifica tricolore, pertanto parteciperò anche alla Coppa Nissena il prossimo fine settimana".

Tornando alla classifica della Monte Erice 2019, a ridosso del podio ha chiuso il pilota di casa Francesco Conticelli, alla sua seconda gara sulla nuova Osella FA 30 Zytek. Poi Omar Magliona, quinto nella lista assoluta dei tempi con la sua Osella-Honda, ma primo in classe 2000, dove ha messo a segno l'ennesima vittoria. Ora l'otto volte campione italiano della CST Sport è pronto per la classica sfida di Caltanissetta del 22 settembre.

Tornando alla tappa di domenica ad Erice, merita di essere segnalato il successo in Gruppo GT, su Lamborghini Huracan GT3, di Lucio Peruggini, che ipoteca il titolo italiano. Pieno di punti in GT Cup per Stefano Artuso, su Ferrari 458 EVO. In Gruppo E2SH, con le estreme Alfa Romeo 4C, gloria finale nel trapanese per Marco Gramenzi.

  • shares
  • Mail