GP Singapore F1 2019: scopri la gara in chiave Brembo

Dopo la sfida di Monza, i protagonisti del Circus si preparano a fronteggiare le insidie del GP Singapore F1 2019, su una pista cittadina molto impegnativa per i freni e per gli stessi piloti.

Nel weekend alle porte andrà in scena il GP Singapore F1 2019. Un'altra tappa del campionato del mondo si approssima all'orizzonte e i motori delle monoposto sono pronti a rombare per la sfida di Marina Bay. Sulle strade illuminate della pista orientale andrà in scena una gara molto complessa, anche sul piano della tattica. Brembo è pronta a fare la sua parte, con l'eccellenza degli impianti frenanti a sua firma.

I piloti del Circus, quando si confrontano con le insidie del Singapore Street Circuit, sanno molto bene che dovranno sollecitare duramente i freni delle loro monoposto. Un dato basta a chiarire lo scenario: un quarto del tempo trascorso in pista viene speso in frenata.

Delle 15 decelerazioni che caratterizzano questo tracciato 3 sono particolarmente impegnative. Il ritmo serrato e la mancanza di adeguati spazi per il raffreddamento complicano ulteriormente il quadro e fanno del circuito di Marina Bay uno dei più duri per gli impianti frenanti. L'usura del materiale d'attrito va costantemente monitorata, per le sollecitazioni prodotte dall'ardore agonistico.

La frenata più difficile in assoluto è alla curva Memorial, avvicinandosi alla quale le monoposto passano da 335 a 128 km/h in 2,06 secondi. Il tutto in appena 118 metri, con una decelerazione di 5,4 g, frutto di un carico sul pedale da parte dei piloti di 144 kg. Anche altre decelerazioni sono molto impegnative.

In totale, nell'arco di un giro, il freno viene premuto per quasi 24 secondi, con una percentuale di utilizzo nell'arco della gara pari al 25% del tempo complessivo. Dalla partenza alla bandiera a scacchi ciascun pilota esercita un carico totale sul pedale di quasi 70 tonnellate: detto in altre parole, per ogni minuto di gara lo sforzo è superiore ai 630 kg. Sono cifre davvero importanti, che raccontano l'entità dello sforzo fisico, meglio illustrato, insieme al resto, dalle grafiche e dal video.

Fonte | Brembo

  • shares
  • Mail