Alex Zanardi al Mugello per il Campionato Italiano GT 2019

Quando Alex Zanardi torna in pista, le emozioni vanno alle stelle negli amanti del motorsport. Il campione bolognese atteso al Mugello su BMW, per la sfida del tricolore GT.

Nel fine settimana del 6 ottobre Alex Zanardi tornerà in pista, sul circuito del Mugello, con la BMW M6 GT3 del BMW Team Italia, per affrontare il penultimo round del Campionato Italiano GT 2019. Ad affiancarlo in questa avventura ci saranno Erik Johansson e Stefano Comandini, che condivideranno con lui il posto guida dell'auto da corsa dell'elica blu.

Il pilota bolognese accoglie con entusiasmo la sfida: "Non vedo l'ora che arrivi il weekend al Mugello, per molte ragioni. In primis perché sono passati alcuni mesi dalla mia ultima gara a Daytona e sono impaziente di tornare al volante. Poi perché in me ci sono i ricordi della vittoria in Toscana nel 2016, al mio debutto nella BMW M6 GT3. Fu un'esperienza indimenticabile e indescrivibile. Il BMW Team Italia, gestito dal vecchio amico Roberto Ravaglia, è come una seconda famiglia per me, così come gli ingegneri della BMW M Motorsport, che sono stati al mio fianco per molti anni. Ora stiamo tornando tutti in pista insieme. So già che mi godrò la preparazione e la gara al Mugello dal primo all'ultimo momento".

Alex Zanardi vanta un palmares davvero ricco. Nella sua carriera ha vinto fra gli altri il campionato CART nel 1997 e 1998 e il Campionato Italiano Superturismo nel 2005. Poi il drammatico incidente al Lausitzring e i successi ai Giochi Paralimpici e ai Campionati Mondiali su strada. La sua forza d'animo è il suo stile sono un esempio per tutti.

Adesso, per lui, la nuova sfida del Mugello, dopo il successo conseguito alla Scarperia nel 2016. A differenza di quella volta, quando il confronto andò in scena con due gare sprint che lo videro come unico pilota, questa volta l'asso bolognese sarà affiancato da una coppia di colleghi, perché l'appuntamento agonistico si svolgerà con la formula endurance di tre ore. La BMW M6 GT3 con cui Alex Zanardi scenderà in pista sarà appositamente modificata dagli ingegneri della BMW M Motorsport.

Ancora una volta il nostro campione guiderà senza protesi e frenerà usando le mani attraverso lo stesso sistema montato sulla BMW M8 GTE di Daytona. Questo kit sarà combinato con i pedali standard della BMW M6 GT3 utilizzati da Eriksson e Comandini. Il volante di Zanardi, con l'anello per accelerare, è già stato avvistato nelle sue apparizioni in GT e al suo esordio al DTM a Misano l'anno scorso, e verrà sostituito durante il cambio pilota. Tra le modifiche alla BMW M6 GT3 c'è anche la frizione centrifuga completamente automatica, che ha funzionato bene a Misano e Daytona. Questo sistema consente a Zanardi di non aver bisogno di azionare anche una frizione con le mani.

Ecco le parole di Jens Marquardt, direttore del BMW Group Motorsport: "Non vediamo davvero l'ora di portare di nuovo Alex in gara al Mugello. Le emozioni della sua vittoria lì tre anni fa sono per tutti noi ancora molto vive, così come quelle che ci ha regalato all'esordio della 24 Ore di Daytona a gennaio. È bello vederlo di nuovo al volante di una macchina da corsa BMW, e siamo fiduciosi che il weekend toscano sarà fantastico".

  • shares
  • Mail