Tutti i risultati del Mugello

Gai e Pollini campioni in GT Endurance e Prototipi

Il weekend del Mugello chiude la stagione 2019 dei campionati GT Endurance, TCR Endurance DSG e Prototipi laureando tre nuovi campioni dopo i titoli vinti da Gustavo Sandrucci nel Mini Challenge e da Salvatore Tavano nella serie TCR Italy "sprint". Per quanto riguarda i Prototipi, rimandiamo all'articolo dedicato che potete trovare su questo sito. Categoria principale del weekend è la serie GT Endurance che si decide "a tavolino": Alex Frassineti, Jeroen Mul e Vito Postiglione sono primi sul campo con la Lamborghini Huracan di Imperiale, ma una penalità li relega alle spalle della Ferrari 488 di Baldini 27. Per Stefano Gai, che per l'occasione è affiancato dal solo Antonio Fuoco, arriva quindi il titolo nella stagione inaugurale della categoria. Terzo posto per Stefano Colombo, Francesca Linossi e Daniel Zampieri con la Mercedes AMG di Antonelli Motorsport. Con il titolo GT Light già assegnato alla Lamborghini Huracan di Mattia Michelotto, Giampiero Cristoni ed Emil Skaras, la vittoria di classe se la aggiudica la Ferrari 458 di Claudio Schiavoni, Deborah Mayer e Sergio Pianezzola, quest'ultimo un protagonista negli anni d'oro del Campionato Italiano Rally. In GT4 vittoria e titolo per Giuseppe Ghezzi, Riccardo Chiesa e Fabio Babini con la Porsche Cayman di Autorlando in una corsa falcidiata dai ritiri. Passiamo ora alla TCR Endurance che già nella Qualifying Race ha regalato emozioni con la vittoria di Cosimo Barberini con la Cupra Leon DSG. La corsa è stata però quasi subito sospesa con bandiera rossa per l'incidente di Antonello con un'altra Leon. Gran parte della prima ora di gara è stata poi neutralizzata dietro la Safety Car a causa di una fitta nebbia, in questa fase i team di punta hanno effettuato i pit stop obbligatori per poi giocarsi il tutto per tutto alla ripartenza. Dopo oltre quaranta minuti la corsa è ripresa e, in una girandola di emozioni con incluse due ulteriori fasi di Safety Car, si sono imposti Samuele Piccin e Romy Dall'Antonia con una Leon di BF Motorsport. La squadra di Brigliadori non è però riuscita a vincere il titolo: Ermanno Dionisio e Giacomo Barri chiudono sesti con la Audi RS3 LMS e riescono a precedere la Cupra Leon di Giacomo e Giovanni Altoè, ma il vantaggio accumulato dai rodigini nelle precedenti gare di campionato consegna loro il primo titolo TCR DSG Endurance. Sono ben diciotto le vetture che completano la gara: decoroso debutto per i sangiustinesi Fausto e Lorenzo Flavi con una Leon assistita da BD Racing. Solito pieno di iscritti per la Formula 4 che nella prima manche vede la vittoria di Paul Aron della Prema, davanti al nostro Lorenzo Ferrari ed a Jonny Edgar: i tre compongono anche il podio della classe Rookie. Nella seconda e nella terza manche sale in cattedra Dennis Hauger della Van Amersfoort che incassa due vittorie sudate. Nella seconda gara, il norvegese fatica per contenere il ceco Roman Stanek della US Racing -vincitore tra i Rookie- ed il compagno di team Ido Cohen. Nella terza manche si rifà sotto Paul Aron dopo avere chiuso la seconda gara ai piedi del podio. L'estone però può ben poco contro un Hauger in stato di grazia. Completa il podio il paraguaiano Joshua Durksen del team Mucke ai danni di Gianluca Petecof e Mikhael Belov. Anche nella seconda e terza manche Lorenzo Ferrari è il migliore degli italiani, malgrado una penalità in gara 2; si difendono però bene anche Nicola Marinangeli, Marzio Moretti, Erwin Zanotti, Emilio Cipriani ed Emidio Pesce. Concludiamo con la tripla gara della Formula Regional: le prime due manche se le aggiudica Frederik Vesti della Prema, ma nell'ultima gara sale in cattedra David Schumacher, figlio del grande Ralf, che assieme a Lirim Zendeli regala alla US Racing una splendida doppietta. L'unico italiano in gara è Matteo Nannini della Corbetta che intasca rispettivamente due undicesimi posti ed una settima piazza in gara 2. Sfortunatissima Sharon Scolari alle prese con enormi problemi tecnici; meglio va a Sophia Floersch che però dopo il sesto posto in prima manche cala in rendimento chiudendo ottava la seconda gara e nona l'ultima. Per Formula 4 e Formula Regional l'ultima gara sarà a Monza il 20 Ottobre.

N.M.B.

  • shares
  • Mail