Rally di Spagna 2019: Hyundai vuole consolidare la leadership WRC

Tutto pronto per il Rally di Spagna, che si prepara a scrivere una nuova pagina del mondiale rally 2019. Hyundai vuole giocarsi al meglio le carte per confermarsi al vertice fra i costruttori.

Hyundai Motorsport governa al momento le danze nella classifica costruttori del WRC 2019. Nel Rally di Spagna, che si profila all'orizzonte, la casa coreana punta a rafforzare questa leadership. La sfida iberica, penultimo round del Mondiale Rally 2019, metterà sul piatto le insidie di tratti cronometrati su fondo misto, per un totale di 17 prove speciali.

In tale cornice ci saranno tre equipaggi a difendere l'attuale posizione al vertice di Hyundai, che amministra oggi un vantaggio di 8 punti sui più diretti inseguitori, con due gare ancora da disputare.

A bordo delle i20 Coupe WRC saliranno le coppie formate da: Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul; Dani Sordo e Carlos del Barrio; Sébastien Loeb e Daniel Elena. I tre equipaggi, nelle scorse settimane, hanno effettuato dei test nella regione di Tarragona, per prepararsi al nuovo impegno agonistico.

Hyundai Motorsport ha conquistato tre volte il podio al Rally di Spagna nelle stagioni precedenti, due volte con Sordo, nel 2016 e nel 2017 con il doppio podio al fianco di Neuville. Loeb, dopo il Rally di Portogallo di giugno, si presenta al Rally di Spagna da vincitore della passata edizione.

Queste le parole di Andrea Adamo (team director): "Abbiamo un obiettivo, che è quello di aumentare il nostro vantaggio in classifica costruttori. Naturalmente, sappiamo che non sarà semplice con il livello di competizione che abbiamo visto durante questa stagione WRC, ma daremo il massimo. Solo due gare mancano all'appello e non possono esserci occasioni perse. Ho grande fiducia nel nostro team, con Thierry determinato a mantenere vive le speranze per il titolo piloti, insieme a Dani e Sébastien, entrambi forti sul fondo misto in Spagna. Vogliamo avere il controllo del nostro destino".

Rally di Spagna 2019 in pillole

- La gara si articola in 17 tappe su una distanza competitiva di 325,56 km
- La cerimonia di apertura si svolge a Salou il giovedì, prima dell'inizio delle tappe, il venerdì
- Sei speciali si snodano su due anelli: la Gandesa (7 km) e Horta-Bot (19 km), così come il percorso misto ghiaia-asfalto di La Fatarella-Vilalba (38,85 km)
- La giornata di sabato vedrà sette speciali sui percorsi Savalla (14.08km), Querol (21.26km), El Montmell (24.40km), e Salou (accorciata a 2.24km)
- Domenica sono in programma quattro prove con Riudecanyes (16,35 km) e La Mussara (20,72 km) che si disputano per due volte, l'ultima valida come Power Stage

  • shares
  • Mail