Trofeo Italia Storico, a Magione grande spettacolo!

A Bonifati l'Assoluto con la Bmw 318 E30

Il Trofeo Italia Storico 2019 continua a registrare nuove adesioni e sfornare gare molto spettacolari. Nel penultimo round stagionale di Magione sono ventuno le auto al via regalando al pubblico una gara altamente spettacolare. E'Giuseppe Bonifati a scattare al comando con la Bmw 318 E30 4.Raggruppamento precedendo la Marcos Mini 1.Raggruppamento di Massimo Pucci e la Ford Cortina Lotus 1.Raggruppamento di Andrea Stortoni. Già al primo giro al Cavatappi testacoda per Marco Ceteroni che porta al debutto la Peugeot 205 GTI 4.Raggruppamento appartenuta a Giovannino Piccinini ed ora di colore azzurro. Dopo tre giri, primo ritiro con Ledo Innocenti che è costretto a fermarsi alla Vecchi Box per noie meccaniche alla fedele Alfa Romeo 33 MkII 4.Raggruppamento curata da Cipierre. Bonifati continua a controllare gli avversari mentre Marco Ceteroni continua a girarsi alla Vecchi Box con la sua 205 GTI, perdendo le posizioni faticosamente recuperate. Va decisamente meglio a Gabriele Ceteroni con la Peugeot 205 GTI bianco-gialla, che duella con la Fiat 128 bianco-arancio 2.Raggruppamento dell'amico Andrea Ruani e la Austin Sprite Lenham 1.Raggruppamento di Matteo Lupi Grassi. A proposito di 2.Raggruppamento, al comando si porta Giuseppe Covotta con la Fiat 128 bianco-azzurra curata in proprio, infliggendo distacchi spaventosi agli avversari. Poco dopo metà gara due stop per problemi tecnici. Nazzareno Stortoni si ferma all'uscita della pit-lane con la Ford Cortina Lotus 1.Raggruppamento, poi tocca alla Fiat 500 di Sebastiano Mascolo gettare la spugna. Questo consegna la vittoria del 3.Raggruppamento alla Volkswagen Golf GTI di Sanzio Cappellini. Alla fine il tempo di gara scade e Bonifati va a vincere gara assoluta e 4.Raggruppamento tra gli applausi. Passiamo ora in rassegna tutti i Gruppi.

Nel 1.Raggruppamento Pucci precede Andrea Stortoni per appena quattro secondi ed otto decimi; terzo Lupi Grassi con la Sprite Lenham, mentre ai piedi del podio c'è la Alfa Romeo SZT del siciliano Salvatore Spinelli, forse l'auto più "anziana" al via.

Nel 2.Raggruppamento dominio delle Fiat 128 con Giuseppe Covotta che sconfigge Andrea Ruani, terzo Ruggero Riva con la Alfa Romeo GTV davanti all'Alfasud di Gabriele Crocchini. Quinta la Bmw 2002 di Augusto Fabbri davanti alle Fiat 128 di Giorgio Fiorini e Massimo Riccardi, quest'ultima auto in versione Coupé.

Nel 3.Raggruppamento resta solo la Volkswagen Golf GTI di Sanzio Cappellini che compie una gara da applausi, ultimo dei piloti che non vengono doppiati da Bonifati.

Il 4.Raggruppamento è monopolizzato dalle vetture ex-E3, auto che fino a tre lustri fa animavano agguerrite gare Club a Magione. Bonifati è imbattibile, ma da applausi anche la gara di Gabriele Ceteroni con la Peugeot 205 GTI bianco-gialla nonostante un breve rallentamento verso fine gara. Terza la Alfa Romeo 75 di Marco Bassi in livrea Alfa ufficiale, mentre quarto è Franco Ermini con la rediviva Renault 5 GT Turbo. Nel finale di gara Marco Ceteroni rallenta per problemi tecnici alla sua Peugeot 205 GTI ma viene comunque classificato quinto di gruppo.

La prova finale del Trofeo Italia Storico andrà in scena a Magione il prossimo 10 Novembre.

N.M.B.

  • shares
  • Mail