EGTS: a Brno doppietta di Quester e Belicchi


Con una doppietta nelle due gare di Brno il duo della Duller Motorsport Quester/Belicchi si aggiudica la seconda prova dell’EGTS.

Nella pole in cinque si erano contesi la prima piazza e il più veloce alla fine era risultato il duo della Racing Box Baso/Mocci (Lamborghini Gallardo GTS) con 2’07”933 davanti alla debuttante Bmw Z4 di Quester/Belicchi e l’Audi TT di Valle.

Il via lanciato non ha modificato le prime posizioni in griglia con Quester capace di incalzare da subito Mocci prima di passarlo al terzo giro. Dietro la sfida è fra le tre Viper in gara e la sorprendente Porsche 911 GT3 RS della Durango (Meneghello/Maranelli). La sosta obbligatoria ai box a metà gara non muta gli equilibri con i primi tre equipaggi che rientrano allo stesso giro. Subito dopo però Valle ha la meglio su Baso che si trova poi a confrontarsi con Maranelli e il compagno di squadra Matteuzzi (Dodge Viper GTS). Con Maranelli che perde progressivamente terreno sono i due piloti della Racing Box ad animare gli ultimi giri con una serie di sorpassi. Sul traguardo dietro a Belicchi e Valle la spunta, per meno di tre decimi, Matteuzzi.

Seconda affermazione per la Bmw Z4 di Quester/Belicchi in gara 2, che sul traguardo ha preceduto Valle (Audi TT) e Romagnoli (Dodge Viper GT3). Il momento decisivo è stato ancora una volta la sosta ai box, quando Valle, in quel momento primo, viene passato da Belicchi. Bella anche la prova di Romagnoli (Scuderia La Torre) che, risolti i problemi all’ABS che lo avevano attardato in Gara 1, per la prima metà di gara contende la prima piazza a Valle e Quester e cerca di sorprendere i rivali ritardando il più possibile la sosta obbligatoria ai box.

I risultati di Gara 1:

1. Quester/Belicchi (BMW Z4 Coupé) 23 giri in 51’48”027
2. Valle (Audi TT R) +1’15”348
3. Salucci/Matteuzzi (Dodge Viper) +1’24”315
4. Mocci/Baso (Lamborghini Gallardo) +1’24”569
5. Romagnoli/Livio (Dodge Viper) +1’42’320
6. Emiliani/Milani (Ferrari F430) +1’48’910
7. Meneghello/Maranelli (Porsche 911 GT3RS) +2’02”065
8. Caldarola/Mastrangelo (Ferrari 360) +2’09”850
9. Valentini/Moncada (Porsche 911 GT3 RS) + 1 giro
10. Dazzan/Dal Degan (Porsche 911 GT3 RS) + 1 giro
11. Fecchio/Paletto (Porsche 911 GT3 Cup) + 1 giro
12. Kauffman (Maserati Light) + 1 giro
13. D’Aste/Utzieri (Lotus Exige) + 3 giri
14. Geri/Cioci (Dodge Viper) + 11 giri
NC: Cabianca (Porsche 911 GT3 Cup)

e di Gara 2:

1. Quester/Belicchi (BMW Z4 Coupé) 23 giri in 26”440
2. Valle (Audi TT R) +15”307
3. Romagnoli/Livio (Dodge Viper) +20”412
4. Geri/Cioci (Dodge Viper) +57”223
5. Salucci/Matteuzzi (Dodge Viper) +1’14”363
6. Caldarola/Mastrangelo (Ferrari 360) +1’56”729
7. Valentini/Moncada (Porsche 911 GT3 RS) +2’01”065
8. Emiliani/Milani (Ferrari F430) +2’02”258
9. Mocci/Baso (Lamborghini Gallardo) +3’00”418
10. Cabianca (Porsche 911 GT3 Cup) + 1 giro
11. Fecchio/Paletto (Porsche 911 GT3 Cup) + 1 giro
12. Meneghello/Maranelli (Porsche 911 GT3RS) + 1 giro
13. Dazzan/Dal Degan (Porsche 911 GT3 RS) + 1 giro
14. Kauffman (Maserati Light) + 1 giro
15. D’Aste/Utzieri (Lotus Exige) + 3 giri

Via | Peroni Promotion Incentive

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: