F1 2021: Renault approva il nuovo regolamento tecnico

Molte novità sono attese per il campionato del mondo di F1 2021. Le monoposto diventeranno più lente, ma dovrebbero aumentare i sorpassi. Renault approva.

Il GP USA F1 2019, andato in scena ieri sul circuito di Austin, ha fatto da sfondo alla presentazione del nuovo regolamento tecnico, finanziario e sportivo per la F1 2021, che incontra il gradimento degli uomini Renault

Da quell'anno si disputeranno più gare, portando il loro livello minimo a quota 25. La maggiore ricorrenza degli appuntamenti agonistici sarà abbinata ad alcune modifiche tese a rendere più emozionante lo spettacolo per il pubblico. Un ruolo importante sarà giocato dalle nuove disposizioni sul fronte aerodinamico, che dovrebbero agevolare i sorpassi, riducendo in modo significativo l'handicap prodotto dalla scia sulle monoposto odierne. Questo potrebbe rendere più dinamici i Gran Premi e le geografie delle classifiche, con una maggiore alternanza nelle posizioni.

Un'azione di contenimento è stata posta sul fronte del budget, che non dovrà superare i 175 milioni di dollari a stagione per ogni team. Sono esclusi dalla cifra gli stipendi per i piloti e gli investimenti promozionali. Per venire incontro al tema green, sempre più attuale nel dibattito pubblico, nel 2012 si useranno benzine più ecologiche. L'insieme delle soluzioni tecniche previste dal pacchetto porteranno a una riduzione del tempo sul giro quantificato mediamente in tre secondi, ma se i sorpassi diventeranno veramente più facili il bilancio dello spettacolo potrebbe virare al positivo.

Queste le parole di Cyril Abiteboul (Direttore Generale di Renault F1 Team): "L'approvazione dei regolamenti finanziari, tecnici e sportivi 2021 da parte del Consiglio Mondiale dell'Automobilismo Sportivo della FIA segna la conclusione di un esauriente lavoro effettuato da Formula 1, FIA e team. Conferma altresì la visione del nuovo proprietario della F1, che auspica uno sport più equo, piacevole e sostenibile, senza tradire quel DNA che ci ha fatto amare questa disciplina complessa a cui Renault è fedele da quarantadue anni".

"Nonostante i compromessi introdotti per allineare i vari modelli creati dagli attuali accordi Concorde e le loro insostenibili disparità -prosegue- questi provvedimenti costituiscono importanti opportunità per un team come il nostro, aumentando le nostre possibilità di ridurre il divario rispetto ai primi in classifica e di metterci in lizza per la vittoria e i titoli entro tempi ragionevoli. Continueremo a lavorare insieme per perfezionare questi regolamenti, ma il fatto che i principi fondamentali siano ormai confermati, ci consentirà di pianificare gli sviluppi necessari entro la prima gara del 2021".

  • shares
  • Mail