Parretta e Giani nuovi campioni della 318 Racing Series!

A Parretta basta la vittoria in Gara 1 per centrare il Titolo Gold

L'epilogo della terza edizione della Bmw 318 Racing Series incorona campioni Michele Parretta, leader tra i Gold, ed il senese Riccardo Giani che si aggiudica il successo tra i Silver. Per Michele Parretta un successo dedicato alla memoria del fratello Fabrizio, scomparso un paio di anni fa per via di un male incurabile; debutto vincente per Giani nel monomarca Bmw, con il titolo già nella stagione del debutto.

Divisione Gold


Nella Divisione Gold i giochi si chiudono già nella prima gara con Parretta che si porta subito al comando, con Riccardo Urbani saldo alle sue spalle. Dopo tre giri però il giovane eugubino è costretto a riportare ai box la Bmw 318 della Speed Motor perdendo tre giri prima di ripartire. Per la squadra di Tiziano Brunetti prima manche da dimenticare visto che Gianni Urbani mette fuori uso la guarnizione della testata della sua 318 compromettendo il suo weekend ed anche quello di Patrik Freddiani che impiega la Bmw numero 8 nella Divisione Silver. Con Urbani jr fuori gioco, è Paolo Valeri a portarsi secondo restandoci fino alla fine della gara. Terzo posto per Stefano Bruè che dopo l'incidente di Settembre torna in campo iscrivendosi ad entrambe le categorie. Il compagno di team Michele Materni non ha fortuna e viene classificato solo sesto a causa di noie tecniche. Urbani jr chiude quinto a tre giri, mentre il "rame" lo intasca, con un giro di ritardo da Parretta, l'eugubino Massimo Alunni, unico pilota della Scuderia Città di Gubbio al traguardo. Pierluigi Veronesi viene infatti eliminato da noie tecniche dopo pochi giri. Le conseguenze di questo guasto, forse strascico della bagarre della gara di fine Ottobre, sono tali da impedire ad Angelo Rogari di effettuare la seconda gara. In seconda manche sono in sei a partire e si registra il tardivo riscatto di Riccardo Urbani che perlomeno toglie a Parretta la gioia di chiudere il 2019 con una ulteriore vittoria. Terzo posto per Paolo Valeri che si conferma ad ottimi livelli con la vettura della Bruumb. Per il quarto posto si fronteggiano Materni ed Alunni e sia pur di poco la spunta il portacolori della Mariotti Racing Team. Dopo il podio della prima manche Bruè chiude sesto.

Divisione Silver


Undici punti: tanto è il vantaggio che consente a Riccardo Giani di precedere Michele Materni e festeggiare il suo primo titolo. Il senese vince la prima manche comandando le operazioni da bandiera a bandiera ed approfitta dei problemi che fanno perdere un giro a Materni, secondo nelle fasi iniziali ma poi relegato al sesto posto finale. Niccolò Bettini con la vettura di Race4Win divisa con Parretta chiude secondo e mantiene vive le sue chance di titolo fino alla gara conclusiva, mentre Alunni completa il podio precedendo Rolando Bordacchini. Il portacolori della Bruumb fatica oltremodo per contenere il labronico Saverio Crea che alla fine chiude quinto con un ritardo di meno di due decimi sul diretto avversario. Ritirati Patrik Freddiani che poi, come detto, non potrà effettuare la seconda manche per i problemi occorsi a Gianni Urbani. Fermo inoltre dopo sei giri anche Stefano Bruè. Nella seconda manche manca all'appello anche Riccardo Rogari, a causa del guasto meccanico subito da Veronesi nella prima manche della Divisione Gold. Sono così in sei a prendere il via della corsa. Materni domina le operazioni dal primo all'ultimo giro, con Bettini junior saldo alle sue spalle ed autore del giro più veloce. Giani, inizialmente quinto, risale rabbioso le posizioni ed alla quinta tornata raggiunge la zona podio, sufficiente per assicurarsi il titolo. Alle sue spalle la bagarre favorisce Bruè che sale quarto, mentre Alunni subisce una penalità che lo inchioderà al quinto posto finale e Bordacchini deve ritirarsi. Alla fine Materni va a vincere con un margine di tre decimi su Bettini, ma non basta: Giani, col terzo posto, porta a casa il titolo di Divisione. Finisce così l'edizione numero tre della Bmw 318 Racing Series; nel 2020 la serie riservata a queste splendide vetture "stock block" potrebbe compiere alcune sortite su altri circuiti.

N.M.B.

  • shares
  • Mail