In Ungheria Ingram mette le mani sul titolo ERC

Frigyes Turan vince la prima edizione del Rally Hungary

Chris Ingram e Ross Whittock mettono le mani sul titolo European Rally Championship edizione 2019. Al binomio inglese basta il quarto posto con la Skoda Fabia Evo R5 in una gara caratterizzata da condizioni meteo dantesche per aggiudicarsi l'alloro continentale, tornato ad alti livelli di prestigio dopo la crisi di fine anni Novanta e primi anni Zero. A vincere il primo Rally Hungary è il locale Frigyes Turan con la Skoda Fabia R5 curata in proprio. Turan non si fa ingannare dal fango e dall'asfalto fradicio ed infligge trentatre secondi di distacco alla Citroen C3 R5 di Alexey Lukyanuk, secondo dopo una gara senza errori. Terzo l'irlandese Callum Devine con la Hyundai i20 R5, che infligge una ventina di secondi di distacco ad un Ingram guardingo e più interessato al titolo che al risultato parziale. Due ungheresi chiudono alle spalle del neo-campione: si tratta di Norbert Herczig con la migliore Volkswagen Polo GTI R5 e di Adam Velenczei con una Citroen C3 R5. Settimo con la Skoda Fabia Evo R5 il tedesco Albert von Thurn und Taxis, davanti alla Citroen C3 R5 dell'americano Sean Johnston che sconta qualche errore nella prima giornata di gara ed anche una penalità di un minuto. A completare la Top Ten troviamo le Skoda Fabia R5 degli ungheresi Peter Osvath e Laszlo Nemet. L'unico italiano in gara è il siciliano Andrea Nucita con la Abarth 124 Rally RGT. Problemi elettrici lo hanno subito eliminato dai giochi nella prima giornata di gara; rientrato col Super Rally, ha poi chiuso quarantaseiesimo assoluto su 55 auto classificate. Un cenno alla classifica Dame che ha visto il successo di Ekatarina Stratieva con la Peugeot 208 R2B.

N.M.B.

  • shares
  • Mail