Opel Corsa-e Rally: prosegue lo sviluppo dell'auto elettrica

Opel raccoglie dati per affinare la Corsa-e Rally, prima auto da rally elettrica a batteria. Due esemplari di sviluppo stanno affrontando dei test di durata al Centro Prove di Dudenhofen.

Prosegue lo sviluppo della Opel Corsa-e Rally, prima auto elettrica destinata a quella specialità del motorsport. Il programma per la messa a punto del modello è ad ampio raggio, ma la casa tedesca procede a tutta velocità. Due esemplari della vettura stanno affrontando dei test di durata al Centro Prove di Dudenhofen.

In questa prima fase, come sottolinea Jörg Schrott, direttore motorsport di Opel, i mezzi sotto esame sono sottoposti a uno stress chilometrico, per "raccogliere una mole significativa di dati, utili a colmare il vuoto di informazioni che deriva dall'assenza di esperienze empiriche di auto elettriche da rally su cui basarsi".

"Inizialmente -dice Schrott- abbiamo dovuto far riferimento a calcoli e simulazioni, che vengono gradualmente sostituiti dai dati reali. Ci stiamo concentrando inoltre sui carichi e sulla gestione della temperatura della batteria nelle condizioni tipiche delle prove speciali e dobbiamo adattare il software. Il programma procede senza intoppi".

Le Opel Corsa-e Rally, destinate a un campionato monomarca, avranno tre opzioni di guida, per affrontare qualsiasi situazione: modalità competizione, modalità pioggia, modalità eco (quest'ultima orientata al risparmio di energia, quindi ideale per i trasferimenti e per raggiungere le aree di assistenza).

Al momento la potenza è pari a 100 kW (136 CV). Sul piano prestazionale, l'obiettivo degli ingegneri è quello di eguagliare e superare i già elevati standard del precedente modello a benzina, la Opel ADAM Cup. Il vantaggio in termini di coppia motrice, a parità di potenza, potrebbe aiutare.

A fare il resto ci dovrebbero pensare il baricentro basso, grazie alla batteria montata sotto il pianale, e l'efficace distribuzione dei pesi. Si prevede di costruire circa 20 esemplari di Opel Corsa-e Rally per la stagione 2020/21, dei quali un massimo di 15 saranno consegnati ai team clienti in estate, in tempo per il primo evento di prova di luglio.

  • shares
  • Mail