Ciocchetto, Arzà il primo leader

Fuori gioco Rudy Michelini

Pur con uno schieramento di poco meno di sessanta auto, l'edizione 2019 del Ciocchetto Event ha riservato grosse emozioni già nella prima giornata di gara, corsa eccezionalmente di Venerdì. Con i "big" Rudy Michelini su Skoda Fabia R5 e "Ciava"  su Volkswagen Polo GTI R5 costretti a farsi da parte, al comando si è issato il ligure Claudio Arzà che dimostra un ottimo feeling con il copilota Castiglioni e con la Skoda Fabia R5. Enorme il vantaggio che divide al momento Arzà dal leggendario Paolo Andreucci, che per l'occasione torna ad avere Anna Andreussi sul sedile di destra della Peugeot 208 T16 R5 impiegata nel Campionato Italiano Rally Terra 2019. Il garfagnino ha avuto qualche problema sull'asfalto reso viscido dalla fitta pioggia, totalizzando anche un paio di toccate, ed ora è secondo con un distacco di diciannove secondi. Al terzo posto, al momento di scrivere questo articolo, ci sono Tosi/Del Barba con una Skoda Fabia R5 ma fa scalpore l'ottimo quarto posto assoluto del neo-Campione Italiano 2 Ruote Motrici, Tommaso Ciuffi, al volante di una "piccola" Peugeot 208 R2B. Il fiorentino è riuscito a contenere l'attacco di Andrea Volpi che pure ha dimostrato un ottimo feeling con la Skoda Fabia R5. Tra le R3C il toscano Luca Panzani ha fatto la voce grossa con la Renault New Clio ed al momento è sesto, con ampio margine sull'identica vettura del modenese Pier Verbilli che invece è nono. L'unico equipaggio storico rimasto in gara è quello formato dall'inglese Smithson e dall'italiano Chiantelli su Alpine A110, costretto a ricorrere al Super Rally ed attualmente relegato al quarantesimo ed ultimo posto. Al momento è in corso la prima ripetizione della PS "Noi Tv"; l'ultima prova speciale è prevista alle 17 in punto sulle strade di La Croce.

N.M.B.

  • shares
  • Mail