Il "nuovo " Mugello: la pista toscana si migliora

Panoramica del rettilineo Mugello

Il Mugello è come un istituzione, e in questo periodo di piste riammodernate che spesso sono più che altro "rovinate" che nessuno tocchi il Mugello. Ma invece qualche sistematina al Mugello la hanno data come ha comunicato la Ferrari stessa, propietaria dell'autodromo, ma si tratta veramente solo di migliorie mirate a renderlo un impianto ancora più importante.
Per prima cosa ora l'Autodromo del Mugello sarà contraddistinto da un nuovo logo. Mentre se parliamo di modifiche sostanziali, ora entrando si trova una portineria a forma di casco, è stata ampliata la via di fuga della curva "Arrabbiata 1" e sono state realizzate nuove tribune panoramiche per il Gran Premio d'Italia di motociclismo oltre che una nuova sala stampa.


La nuova portineria del Mugello

Questi alcuni dei più significativi cambiamenti operati all'Autodromo del Mugello presentati in un evento al quale hanno partecipato il Direttore Sportivo della Ferrari Stefano Domenicali ed il direttore dell'autodromo Fausto Cappi.
Nello specifico, la nuova via di fuga dell'Arrabbiata 1 ha una superficie di 11.500 mq con un ampliamento medio in profondità di circa 30 metri : adesso le due Arrabbiata sono unite da un'unica via di fuga, lunga oltre 280 metri. Mentre per quanto riguarda le tribune, mentre è oramai imminente l'arrivo del motomondiale per il Gran Premio d'Italia che si terrà il 3 giugno prossimo, i posti disponibili in tribuna saranno 20.000: ampissima la visuale dalla Materassi che, con i suoi 8000 posti, si pone al vertice come capienza (le altre sono la Tribuna Correntaio-Ducati - 3000 posti - Tribuna Centrale - 5000 posti, coperta - e la Tribuna Poggio Secco, con 4000 posti) tutte ubicate in luoghi strategici del circuiti e dotate di maxischermo dedicato. Fino al 27 maggio, infine, continua la prevendita con ticketone.it per acquistare "un posto in prima fila senza code".

Panoramiche Autodromo Mugello

Tutte modifiche importanti, che fanno crescere ulteriormente una delle più famose e belle piste del mondo, come racconta lo stesso Domenicali: "Possiamo dire che abbiamo compiuto il primo passo della nuova stagione del Mugello, un impianto nel quale crediamo fermamente e per il quale si prevede un programma di ulteriore sviluppo, che comprende miglioramenti estetico-funzionali alla palazzina direzionale e la creazione di un'unica tribuna naturale per il pubblico fra le curve Scarperia e Correntaio".
Fausto Cappi - responsabile dell'Ente Autodromi Ferrari, che comprende le piste del Mugello e di Fiorano - ha invece riassunto la filosofia ispiratrice dell'intervento: "Al centro del nostro lavoro ci sono gli utilizzatori principali del circuito, piloti e spettatori: ai primi intendiamo garantire massima sicurezza, qualità dell'accoglienza e godibilità degli eventi per gli altri".

Infine, le due ruote saranno protagoniste al Mugello il prossimo sabato 19 maggio con il Giro d'Italia: la settima tappa, la Spoleto-Scarperia, porterà i corridori ad effettuare un giro completo del tracciato toscano e a disputarsi la vittoria proprio sul rettilineo principale, con lo striscione d'arrivo posto in corrispondenza del traguardo.

via | Ferrari

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: