La Toyota Ibrida completa il primo test di durata



Il processo di avvicinamento del nuovo prototipo Toyota al WEC e alla 24 ore di le Mans continua secondo i programmi, s’è appena concluso sul circuito del Paul Ricard una tre giorni di test indirizzata alla durata.

Il prototipo ibrido ha infatti affrontato un probante test di 30 ore dove si sono alternati alla guida Sebastien Buemi, Hiroaki Ishiura, Alex Wurz, Nicolas Lapierre e Kazuki Nakajima.

Soddisfazione ai vertici del team per i risultati delle prove, dove sono stati raccolti moltissimi dati al fine di valutare le prestazioni della macchina sulla lunga distanza. Vediamo le parole di Pascal Vasselon, direttore tecnico del team: “Queste giornate di prova sono state di grande valore per noi e hanno contribuito al nostro piano di sviluppo in termini di prestazioni, affidabilità e organizzazione.

Il test di durata è stato un’esperienza interessante, ci aspettavamo che rappresentasse una sfida al limite per ogni membro del team e non ne siamo stati affatto delusi! Non è stato tutto rose e fiori ma siamo tutti così entusiasti di questo progetto per cui siamo riusciti a portarlo a termine con risultati del tutto soddisfacenti”. Queste invece le parole di Hisatake Murata, il tecnico responsabile del progetto del sistema ibrido: “È stato il primo vero banco di prova sulla lunga distanza per cui non potevamo certo sperare che tutto filasse subito liscio.

Abbiamo riscontrato alcuni problemi ma niente di grave: con la gran mole di dati ricavata e le impressioni dei nostri piloti adesso potremo affinare il sistema THS-R e lavorare per risolvere gli inconvenienti verificatisi. Il nostro primo obiettivo è stato comunque raggiunto e sono felice dell’esito del test”.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: