Il FIA GT torna dopo 10 anni su un circuito cittadino


Dopo quasi un decennio il campionato del mondo GT torna su un circuito cittadino con la terza prova stagionale di Bucarest che si terrà sullo spettacolare circuito costruito dal celebre Hermann Tilke attorno al parlamento rumeno e che è stato denominato per l’occasione “Bucarest Ring”.

L’ultima volta erano state le strade di Helsinki, nella stagione 1997, ad ospitare un evento della massima serie GT, e anche adesso non sono escluse sorprese su un tracciato che nessuno conosce e che avrà un fondo tutto nuovo. Nella conferenza stampa di presentazione che si era tenuta lo scorso Novembre ad effettuare qualche giro sul percorso rumeno c’era anche Thomas Biagi, che attualmente si trova in testa alla classifica piloti a quota 13, con un solo punto di distacco dalle coppie di PK Carsport e Carsport Holland Kumpen/Longin e Deletraz/Hezemans.

Per lui si prevede una rincorsa al titolo in solitaria quest’anno, perché dopo l’infortunio di Zhuhai di Michael Bartels, che sta ancora recuperando dai postumi dell’intervento al rene, non sarà affiancato sulla Maserati MC 12 della Vitaphone Racing da Mika Salo come a Silverstone, ma dall'esperto Fabrizio Gollin, con il quale nel passato aveva condiviso il volante alla BMS Scuderia Italia. Gollin attualmente sta disputando la LMES con la Aston Martin della Larbre Competition insieme a Cristophe Bouchut e Gabriele Gardel.

L’altra new entry italiana del round di Bucarest sarà Max Mugelli, chiamato a sostituire Raffaele Giammaria sulla Ferrari F430 GT della Racing Team Edil-Cris, con il quale disputa il campionato italiano. Accanto a lui ci sarà il titolare Paolo Ruberti.

Via | FIA GT

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: