F1, Schumacher non riesce più a fare la differenza

sch8

Riccardo Patrese parla di Michael Schumacher, facendo delle riflessioni condivisibili. Secondo lui ci sono stati dei cambiamenti nell'asso di Kerpen dopo il suo ritiro, che hanno prodotto un calo prestazionale. Il tedesco veniva da una sequenza molto felice, con una lunga striscia di vittorie e la conquista di sette titoli mondiali.

Poi l'uscita di scena, seguita dal rientro del 2010, quando è tornato nel Circus in forma meno smagliante del passato. Qualcuno ipotizza che il suo calo di forma sia il risultato di un livello di guida maggiore nella Formula 1 odierna, ma Patrese non crede a questa teoria.

Ecco cosa dice l'ex pilota italiano: "Michael ha corso contro assi del calibro di Senna e Mansell, dimostrando subito il suo valore. Non credo che loro fossero inferiori ad Hamilton e Vettel, quindi penso che Schumacher sia sotto lo standard migliore della sua performance. Negli scorsi anni riusciva a fare la differenza anche con un'auto lacunosa, oggi per vincere ha bisogno della macchina migliore. Continua ad essere un buon pilota, ma non è lo stesso di prima".

Via | Planet-f1.com

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: