1000 Miglia: vittoria per l'Alfa 6C di Viaro/Bergamaschi

Alfa Romeo 6C vince la 1000 Miglia

Si è conclusa sabato scorso nello scenario della città di Brescia come da tradizione la 25esima rievocazione storica della 1000 Miglia, che quest'anno celebrava gli 80 anni dalla nascita della più celebre corsa su strada del mondo disputata in velocità dal 1927 al 1957.
A vincere la rievocazione storica è stata l'Alfa Romeo dell'imprenditore 65enne triestino Luciano Viaro in coppia con l'ingegnere Luca Bergamaschi, 50enne mantovano. Dopo un estenuante duello con la Bugatti T 37 '27 di Bruno e Carlo Ferrari, Viaro ha bissato il trionfo del 2005 (allora condiviso con Maurizio De Marco), ottenuto anche stavolta con l'Alfa Romeo 6C 1500 S '28.
L'anno scorso il friulano giunse secondo alle spalle del recordman della MM, Giuliano Cané (nove titoli dal 1992 al 2006). Il secondo trionfo di Viaro e il terzo dell'Alfa (nel 1977 vinse la RL '27 dei tedeschi Hepp-Bauer) sono il frutto di una condotta di gara costantemente all'attacco, senza il benchè minimo errore.

Una gara la loro caratterizzata da una determinazione esemplare anche nei momenti più difficili, come quando ad Urbino ha saltato la pausa-ristoro temendo di fermarsi a metà della seconda tappa per noie alla pompa benzina. Risolto il problema tecnico sorto sulle colline del Montefeltro, la “rossa” ha marciato a pieno ritmo, regalando a Viaro una vittoria che entra negli annali.
Il vincitore triestino ha dichiarato: “Dedico la vittoria all'Alfa Romeo, a mia moglie Maria Giovanna e a nostro figlio Antonio che lavora con me fabbricando cronometri. La Mille Miglia è nata a Brescia e risorta a Brescia, ma è un patrimonio tutto italiano”.

Il terzo posto finale se l'è aggiudicato in extremis l'avvocato bresciano Flaminio Valseriati navigato dal giovane Andrea Guerini: con l'Aston Martin Le Mans '33 hanno acciuffato il terzo gradino del podio grazie a straordinarie prestazioni nelle ultime prove di Modena. Quarto posto finale per il bolognese Giuliano Cané in coppia con la moglie Lucia Galliani: con la Bmw 328 Touring con cui i felsinei trionfarono nel 2002 non hanno colto la decima meraviglia, il successo che molti attendevano da un equipaggio dato per favorito alla vigilia. Il recordman della Mille Miglia è stato frenato nella prima parte di gara da problemi di carburazione. Quinto Ezio Perletti su Fiat 514 Coppa Alpi, capace di fronteggiare con Andrea Vesco fastidiose noie al motore, autori di una notevole rimonta nel finale; sesto Fabio Salvinelli su MG PB in grado nella terza tappa di rintuzzare gli attacchi portati dall'arrembante settimo finale, Sergio Sisti (Aston Martin). All'ottavo posto l'argentino Manuel Elicabe su Bugatti, il primo degli stranieri. Franca Boni e Monica Barziza (Bmw) sono 13.esime assolute e conquistano la prestigiosa Coppa delle Dame. Tra i Vip all'arrivo, applausi a scena aperta per le star televisive Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, le celeberrime Iene di Italia Uno: concludono al centodecimo assoluto al debutto tra le autostoriche su Bmw 507 del 1957.
Qui di seguito la classifica completa della 1000 Miglia 2007

Mille Miglia 2007 - Classifica generale dopo 40 prove cronometrate:

1.Viaro-Bergamaschi (Alfa Romeo 6C 1500 S '28 n.26) 15.452 punti;
2.Ferrari-Ferrari (Bugatti T 37 '27 n.41) 14.421
3.Valseriati-Guerini (Aston Martin Le Mans '33 n.112) 13.080
4.Cané-Galliani (Bmw 328 Touring '40 n.138) 13.021
5.Perletti-Vesco (Fiat 514 Coppa Alpi '30 n.50) 12.761
6.Salvinelli-Rizzo (MG PB '36 n.121) 12.630
7.Sisti-Sisti (Aston Martin International '32 n.84) 12.302
Elicabe-Varalla (Bugatti T 37 '26 n.30) 12.276
9.Sielecki-Hervas (Bugatti T 35 A '26 n.34) 11.941
10.Accerenzi-Bettoncelli (Riley 12/4 '36 n.117) 11.184
11.Redaelli-Moceri (Aston Martin International '29 n.60) 11.099
12.Perbellini-Perbellini (Jaguar Biondetti S '50 n.369) 11.065
13.Boni-Barziza (Bmw 328 '37 n.118) 10.260.

Via |MilleMiglia

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: