GP Bahrain F1: il resoconto in casa Ferrari

ferrari

Il Gran Premio del Bahrain di Formula 1 è stato poco fruttuoso per la Ferrari, che incassa solo otto punti nella sfida di Sakhir. Alla scuderia del "cavallino rampante" resta la consolazione di aver fatto meglio delle McLaren e di aver piazzato due monoposto in zona punti, cosa mai successa nel 2012.

Nella quarta prova del calendario iridato Fernando Alonso ha chiuso al settimo posto, mentre il compagno di squadra Felipe Massa è giunto nono. I due interpreti della "rossa" hanno effettuato una splendida partenza, recuperando molto terreno nelle fasi di avvio della gara. Poi i loro sforzi si sono concentrati nella ricerca del miglior risultato, compatibilmente con i limiti attuali della F2012, che non è in grado di competere al vertice.

Stefano Domenicali guarda con fiducia al resto della stagione: "Posso dire che si è chiuso un primo ciclo di gare molto duro per noi. Siamo riusciti a limitare i danni, almeno per quanto riguarda il campionato piloti. Ora dobbiamo pensare al futuro, a fare quel salto di qualità che ci deve consentire di lottare per il podio e non soltanto per un posto in zona punti. E' quello che chiedo da settimane ai nostri tecnici. Ora mi aspetto di vedere già a Barcellona i risultati degli sforzi che stiamo facendo in ogni settore". Alla pista toccherà il compito di raccontare i frutti di questi sacrifici.

Tornando alla gara di ieri, ecco il resoconto di Alonso: "E’ andata un po’ meglio di quanto temessimo. Siamo riusciti a limitare i danni, ma è inutile nascondere che non possiamo essere complessivamente contenti. Ovvio che dobbiamo fare un passo avanti, perché non possiamo contare sempre sulle disgrazie altrui. Abbiamo terminato la gara a quasi un minuto dal vincitore, il che non era mai accaduto quest’anno. Finora c’è andata bene perché non c’è stato un pilota che abbia fatto il pieno. Ora aspettiamo alcune importanti novità per Barcellona. Vedremo che effetto avranno".

Simile l'analisi di Massa: "Quella di Sakhir non è stata certo una gara molto facile ma, alla fine, siamo riusciti a fare un buon lavoro e a finire per la prima volta quest’anno in zona punti. Resta il fatto che in Ferrari non si può certo gioire per un nono posto. Dobbiamo migliorare la prestazione della vettura il prima possibile, per lottare nei piani più alti. A Barcellona tutti porteranno grosse novità. Noi dovremo essere più bravi degli altri perché dobbiamo recuperare il terreno perduto all’inizio del campionato".

Via | Ferrari.com

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: