GT Sprint International Series: lotta aperta nel GTS Cup

gt sprint

Quattro gare disputate e quattro vincitori differenti. Sono questi i numeri della GTS Cup Trophy, emersi in un inizio di stagione esaltante come non mai. Il trofeo può essere definito come una sorta di serie dentro la serie riservata alle potenti vetture GT, in cui darsi battaglia sportello contro sportello. Il tutto condito dalla presenza di marchi blasonati come Ferrari, Porsche e Lamborghini.

Nel round inaugurale di Monza, dinanzi a 31.000 spettatori, a salire sul gradino più alto del podio è stato il colombiano Steven Goldstein, primo al traguardo con la Lamborghini Gallardo della Mik Corse. In Gara 2 invece, Gianfranco Bocellari, al volante della Ferrari 430 della Kessel Racing, ha messo dietro le Porsche di Omar Galbiati (Antonelli Motorsport) e Roberto Silva (Ebimotors).

Se l’appuntamento brianzolo ha visto alternarsi al comando della classifica vetture e piloti diversi, il secondo doppio appuntamento di Imola non ha deluso le aspettative. Infatti, dopo un inizio stagione poco fortunato, Lorenzo Casè ha messo tutti dietro nel primo “start” su una Ferrari 430 della Scuderia Baldini 27 Network, in forze con ben due vetture (la seconda affidata al duo Bianchi-Nataloni). Gara 2 ha visto come protagonista Roberto Silva, il quale, grazie ad una condotta esemplare, ha conquistato l’affermazione che lo ha proiettato direttamente in testa alla classifica di campionato.

gt sprint
gt sprint

Sul circuito del Santerno si è messo in luce anche il siciliano Vittorio Bagnasco, particolarmente a suo agio tra le curve del tracciato emiliano, grazie ad una più che performante 997 schierata per l’occasione dal team Happy Racer. In gran forma pure i compagni di squadra Roberto Delli Guanti e Gianfranco Bocellari, su una Rossa di Maranello del team storico Kessel Racing, staccata da sole 5 lunghezze dal comando del trofeo.

Sempre su una vettura del Cavallino Rampante è da sottolineare il ritorno nella Serie organizzata da FG GROUP della Scuderia La.Na con l’equipaggio composta da Gianmaria Gabbiani e Gianluca Nattoni. Nota di merito per l’esordiente colombiano Felipe Merjech, che al momento chiude la “top five” della classifica di classe assieme al compagno di squadra Goldstein, su una creatura di Sant’Agata Bolognese.

Grande attesa per il prossimo doppio appuntamento della GT Sprint, in programma tra circa un mese sugli esaltanti saliscendi del Mugello, dove è già annunciato un grande spettacolo fuori e dentro la pista.

Via | Gruppofg.com

  • shares
  • Mail